Sport Ribera: Al poligono Air Fire la prima gara della nuova disciplina Bench-Rest

280

Si è svolta la prima gara regionale di questa nuova disciplina, con tiro a segno con cannocchiale a 25 metri da seduto su apposito sgabello e tavolo specifico. Bersaglio unico formato con 31 centri: 6 per collimare il tiro e altri 25 per la gara. Due le categorie PCP/PCA e SPRINCER. Si è trattata della prima esperienza per tutti al poligono “Air-Fire” di Ribera in quanto gli sportivi locali ed agrigentini si sono confrontati con altri esperti tiratori provenienti da diversi centri della Sicilia. I risultati di questa prima gara sono stati molto soddisfacenti per tutti.
I quattordici nella categoria. In particolare, il tiratore riberese Calogero Terranova si è classificato al 2° posto della competizione regionale con 236.6 punti. Il 1° posto se lo è aggiudicato Salvatore Mirabella con 239.3, 3° Luigi Ansalone 230.2, 4° Daniele Monaco 230.2, 5° Enrico Chiarenza 228.2, 6° Emily Milazzo 228.2, 7° Francesco Scrofani 225.1, 8° Roberto Virzi 221.1, tutti provenienti dalla provincia di Catania.Poi gli altri classificati: 9° Francesco Cacioppo 220.1, 10° Domenico Piazza 220.1, 11° Giorgio Cacioppo 220.1, tutti tre di Ribera, poi 12° Francesco Giuffrida 216.1, 13° Giuseppe di Mauro 216.1, 14° Gaetano Di Stefano 210.1 di Catania.
Per la categoria SPRINCER il primo posto è stato assegnato a Giuseppe Fazio con 225.1. Questa la classifica degli altri concorrenti: 2° Francesco Scrofani 224.2, 3° Salvatore Di Salvo 222, 4° Salvatore Fazio 218.3, 5° Giuseppe Curcuruto 203.1, tutti di Catania, 6° Giovanni Corsentino 203, 7° Giovanni Gulino 172, 8° Maurizio Lino 156, 9°Calogero Lino 139, 10°Rosario Zabbara 135, 11° Vincenzo Tramuta 130, 12° Sebastiano Raeli 129, 13° Pier Giuseppe Leo 123.1, tutti di Ribera, 14° Gabriele Maccarone, con zero punti, di Catania.
Il presidente del poligono di Ribera Roberto Lino si è dichiarato molto soddisfatto per questo primo evento regionale e ha invitato gli sportivi a visitare il sito ufficiale www.poligonoribera.it.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO