Sambuca di Sicilia: il 10 novembre Sarah Jane Morris e Antonio Forcione in concerto al teatro L’Idea

1343

Il sipario del Teatro l’idea di Sambuca si aprirà giovedi 10 novembre in grande stile, inaugurando la stagione teatrale 2016/2017 con il concerto dell’eccezionale coppia artistica internazionale formata da Sarah Jane Morris e Antonio Forcione. Lei è la cantante inglese dalla chioma rossa e dalla calda e avvolgente voce blues che ha compiuto con grande abilità incursioni nel jazz e nel rock, dai suoi esordi con gli Eurythmics prima e con i communards poi, con i quali ha scalato negli anni ottanta le classifiche internazionali, alla carriera da solista ricca di preziose collaborazioni: Riccardo Fogli, Riccardo Cocciante (col quale nel 1991 ha vinto il festival di Sanremo), Steve Martland, Matt Bianco, Marc Ribot, Dominic Miller.
Lui è un eccellente chitarrista di origini italiane ma trapiantato a Londra da più di trent’anni che ha collaborato tra gli altri con Barney Kessel, Dominic Miller, Rossana Casale, Charlie Haden, Zucchero, Phil Collins, Pino Daniele,Van Morrison.“Compared to what” è il titolo del loro album e del tour mondiale in cui sono attualmente impegnati e che ha come tappa anche il bellissimo, storico teatro del Borgo dei borghi.
Il The Guardian ha definito la loro collaborazione, nata nel 2012, “straordinaria”, un sodalizio artistico che raggiunge picchi di grande eccellenza musicale grazie al particolare virtuosismo di Antonio con la chitarra e alla leggendaria voce di Sarah-Jane, inconfondibile ed unica per la sua estensione e potenza.
I brani dell’album in promozione spaziano da canzoni su attuali questioni sociali a brani dall’emotività travolgente, e includono le hits più note del recente passato di Sarah-Jane e nuovi brani in cui Antonio aggiunge il suo tocco artistico. Arricchiscono l’album canzoni d’amore ed alcune cover memorabili, in particolare quelle di Stevie Wonder, di Sting e del Premio Nobel Bob Dylan.

Sambuca Sarah Jane Morris e Antonio Forcione
Un concerto che si preannuncia un mix raffinato di pop, jazz e Blues, una summa di tutte le variegate esperienze internazionali delle carriere di entrambi gli artisti, recentemente paragonati ad una lunga serie di geni della musica, come Janis Joplin e Tom Waits o Jimi Hendrix e Django Reinhardt. Un evento straordinario da non perdere, sponsorizzato dalla Cantina Settesoli, che firmando il concerto ha in qualche modo riportato il teatro alla magia rituale delle sue origini greche, in quella dimensione dionisiaca nella quale il vino e la musica fanno del teatro il luogo per eccellenza di creazione, rappresentazione e sublimazione dell’arte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO