Calcio 1^ categoria: Il Calcio Ribera 1954 pareggia per 2-2 a Balestrate

199

La squadra di calcio del presidente Salvaggio porta a casa un prezioso pareggio (2-2 il risultato finale), nonostante sia stata costretta a giocare senza l’allenatore Salemi, espulso, e in 9 uomini perché l’arbitro ha cacciato negli spogliatoi anzitempo il difensore Bilella e l’attaccante D’Amico.
Quello di Balestrate è stato un pareggio ottenuto dai ragazzi riberesi con il cuore perché, nonostante le assenze, Cimino e Giaretti, sono riusciti a raddrizzare il risultato sfavorevole e alcune decisioni cervellotiche dell’arbitro che ha condizionato la partita.
Al 15’, il direttore di gara non vede un fallo su Bahou, fa correre il gioco e l’attaccante Valenti a tu per tu con Di Caro porta in vantaggio il Balestrate. Già al 20’ la squadra riberese è in 10 uomini per la doppia ammonizione di Bilella che lascia il campo. Al 30’ per proteste viene allontanato l’allenatore riberese Salemi. Il Ribera 1954 pareggia al 40’. Punizione di Greco Ferlisi, sul pallone si avventa Cimino che pareggia.
Nella ripresa, su un tiro degli attaccanti del Balestrate, Di Caro non trattiene e il centravanti Piccolo riporta in vantaggio i padroni di casa. Ci vuole una autentica prodezza del bomber Giaretti per pareggiare al 20’. Un assist di Greco Ferlisi consente a Giaretti di gonfiare la rete avversaria. Al 38’, il Ribera 1954 resta in 9 perché l’arbitro ammonisce per la seconda volta D’Amico, steso a terra dal portiere palermitano, e lo manda nello spogliatoio.
Il forcing finale dei padroni di casa e i tanti tifosi del Balestrate non riescono ad impensierire molto il portiere Di Caro.
Questa la formazione della squadra scesa in campo: Di Caro, Fretto, Cimino, Scaglione, Bilella, Bahou, Mortellaro, Tramuta, Giaretti, D’Amico, Greco Ferlisi.

Salvaggio Piero Salemi Raimondo allenatore

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO