Ribera: Alcuni cittadini ammucchiano i rifiuti solidi urbani dentro l’ospedale

739

E’ incredibile quanto accade a Ribera con il conferimento dei rifiuti solidi urbani. Alcuni cittadini hanno preso l’abitudine di depositare i sacchetti dell’immondizia all’interno dell’ospedale di zona, sito sulla circonvallazione, all’interno della cui struttura si può entrare facilmente perché il cancello principale da anni è sempre aperto. E’ successo che i cassonetti del nosocomio sono stati riempiti all’inverosimile e le indagini da parte dell’Asp, dell’amministrazione comunale, della Sogeir e della polizia municipale hanno permesso di accertare che i rifiuti sarebbero stati conferiti da cittadini al di fuori della struttura sanitaria.
La comparsa di alcune foto, su facebook, immagini scattate all’interno del nosocomio riberese e illustranti i cumuli di spazzatura depositati nei pressi dei cassonetti posizionati, hanno fatto scattare l’allarme. Con l’ausilio del corpo della polizia municipale, gli inquirenti stanno effettuando la verifica sui filmati registrati dalle telecamere di sorveglianza, posizionati all’interno del luogo di cura. Dalle prime indiscrezioni, segnalate anche dall’amministrazione comunale riberese, sembrerebbe che a depositare i rifiuti siano stati cittadini al di fuori dell’ambiente lavorativo dell’azienda sanitaria. La polizia comunale ricorda alla cittadinanza che le telecamere di video-sorveglianza rimarranno attive per le 24 ore e agli violatori e sporcaccioni individuati verranno inflitte sanzioni pecuniarie.
Le istituzioni sono subito attivate per combattere l’emergenza. Una proficua interlocuzione fra il direttore sanitario di presidio Adriano Cracò, il sindaco di Ribera Carmelo Pace e il commissario straordinario della Sogeir Salvatore Gueli ha consentito di poter approntare un ritiro straordinario dei rifiuti già alle ore otto di ieri mattina. Oltre all’intervento straordinario il dialogo costruttivo fra le parti ha permesso di concordare con la Sogeir l’incremento dei turni settimanali di prelievo con l’aggiunta di un ulteriore ritiro. L’unico turno, finora, per la raccolta del secco in differenziabile, così raddoppia e si affianca ai tre, già attivi, per la raccolta dell’umido e ai due per il secco differenziabile. Da parte sua, la Sogeir si è impegnata a fornire all’ospedale dei nuovi contenitori che ottimizzeranno le azioni di raccolta differenziata già avviate nel presidio.
“Ancora una volta – afferma il sindaco Pace – il mio auspicio è quello di riscontrare la piena collaborazione e il senso civico dell’intera collettività”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO