Ribera: E’ arrivata sul territorio l’infezione della tristezza degli agrumi

5031

E’ arrivata, seppure con qualche caso isolato, sul territorio di Ribera, l’infezione della “Tristezza degli agrumi”. La notizia è stata annunciata dal presidente del Consorzio di Tutela Arancia di Ribera Dop Giuseppe Pasciuta nel corso di un convegno zonale organizzato da Andrea Puleo della Cia e tenuto a Villafranca Sicula. Non è un allarme generale, ma è chiaro che gli agrumicoltori dovranno tenere gli occhi ben aperti.
“In Sicilia, da diversi anni è in corso un’infezione drastica e virulenta degli impianti di agrumi innestati su portinnesto arancio amaro, particolarmente suscettibile ai diversi ceppi di CTV. L’epidemia si è diffusa nell’area di coltivazione dell’arancia rossa nel catanese a in quella del mandarino tardivo di Ciaculli nel palermitano.
“Dai dati ufficiali di monitoraggio sulla diffusione dell’epidemia di CTV sono stati segnalati dei casi nell’area di coltivazione dell’arancia di Ribera Dop, l’unica in Sicilia, fino a ieri, indenne – afferma Giuseppe Pasciuta, dirigente dell’assessorato regionale all’Agricoltura – trattandosi di casi isolati, è necessario intraprendere tutte le possibili iniziative per ripristinare lo stato di indennità al virus nell’areale riberese, adottando le necessarie misure”.
L’Unità Operativa S6.10 di Sciacca sta lavorando in sinergia con gli uffici fitosanitari dell’assessorato regionale Agricoltura per la predisposizione di un programma di intervento per l’eradicazione delle piante malate per informare i produttori, i vivaisti e gli operatori della filiera agrumicola sui potenziali gravi rischi che una diffusione dell’epidemia comporterebbe nel territorio riberese, senza un’adeguata e costante attività di prevenzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here