Ribera: Un convegno con la Confartigianato per il bando ministeriale Cultura Crea per le imprese

302

Si è svolta al palazzo comunale di Ribera un incontro tra le imprese locali e gli operatori di ConfArtigianato di Agrigento per programmale lo sviluppo del territorio, utilizzando i vari bandi ministeriali e dell’Unione Europea. Il Comune di Ribera è fra gli 11 Comuni dell’agrigentino nei quali sarà possibile sviluppare la filiera culturale grazie al bando del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con gestore Invitalia.
Il bando “Cultura Crea”, è destinato alle piccole e medie imprese che investono in attività imprenditoriali del settore dell’industria culturale-turistica e sono comprese le imprese dette “del terzo settore” che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio.
“Già è possibile presentare le domande per accedere agli incentivi previsti dalla misura “Cultura Crea” – afferma l’assessore al Turismo Cristina Cortese – il nuovo pacchetto di agevolazioni, promosso dal Ministero dei Beni Culturali, è rivolto alle imprese e ai soggetti no profit che intendono investire nel settore culturale e turistico”.
“E’ possibile presentare – continua l’assessore – sia una nuova idea imprenditoriale, con società ancora da costituire, sia partecipare con la propria azienda già attiva, e sia chiedere di finanziare un’attività proposta da un soggetto del terzo settore, in base a quale delle tre sotto misure si decide di voler partecipare. Gli obiettivi del bando “Cultura Crea” sono relativi a tre linee di intervento: supportare la nascita di nuove imprese nei settori “core” delle cosiddette industrie culturali, che prevedono l’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto o servizio, consolidare e sostenere l’attività già esistenti nella filiera culturale, turistica, ricreativa, dello spettacolo e dei prodotti tradizionali e tipici, favorire la nascita e la qualificazione di servizi e attività connesse alla gestione degli attrattori e alla fruizione e valorizzazione culturale, realizzate da soggetti del terzo settore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here