Montallegro: Passa il bilancio di previsione con la presenza dei consiglieri della minoranza

584

Acque agitate all’interno dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pietro Baglio. Le avvisaglie di una possibile crisi municipale, per dei malumori che andrebbero avanti da qualche mese, sono venuti fuori nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale che era stato convocato per approvare il bilancio di previsione per 2016. Lo strumento finanziario è passato, a maggioranza, grazie ai voti di cinque consiglieri che appoggiano Baglio e alla astensione dei rappresentati della minoranza consiliare che con la loro presenza in aula hanno garantito il numero legale.
Ad allontanarsi, al momento della votazione, sono stati il presidente del consiglio Francesco Colletti, per problemi di salute, ci ha detto, e i consiglieri Massimo Ingraudo e Pietro Di Mora, mentre i consiglieri di minoranza rimasti in riunione sono stati Giovanni Cirillo, Gianfranco Bonifacio, Paolo Tuttolomondo e Giovanni Paranisi, che hanno garantito la validità della seduta.
Qualche divergenza politica, in seno alla maggioranza, si è verificata da alcune sedute consiliari a questa parte e si è concretizzata nei giorni scorsi quando i due consiglieri della maggioranza Ingraudo e Di Mora hanno presentato due emendamenti al bilancio di previsione con i quali chiedevano di destinare 20 mila euro per la sistemazione dei campi di calcio e di tennis e altri 20 mila euro per il decollo del museo etnoantropologico che si trova nello stabile dell’ex palazzo comunale. Gli emendamenti sono stati bocciati e, da qui, forse l’apertura di una possibile spaccatura della maggioranza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here