Ribera: Arrivano le arance dal Sud Africa. Protesta del senatore Ruvolo per i danni agli agrumicoltori siciliani e riberesi

1390
D

Ulteriore attacco dall’Unione Europea alla produzione agricola siciliana e in particolare a quella riberese. Dopo aver permesso l’ingresso sul continente europeo dell’olio e delle arance da parte dei Paesi del Nord Africa, Tunisia, Marocco, ecco che arriva la mazzata sulle arance per un accordo commerciale dell’Europa con sei Paesi dell’Africa centro meridionale, tra cui il Sud Africa. Il provvedimento ha suscito l’indignazione e la fortissima protesta del senatore Giuseppe Ruvolo non solo contro l’europarlamento, ma contro gli eurodeputati siciliani che forse con il silenzio hanno avallato la situazione che mette in ginocchio l’agrumicoltura del comprensorio riberese.
“Rilevo con amarezza che l’Unione Europea continua una politica di accordi bilaterali che nuoce gravemente all’agricoltura italiana – sostiene il senatore Ruvolo component della commisione Agricoltura di Palazzo Madama – Non è bastato che nella scorsa produzione siano rimasti sugli alberi quintali di arance visto che assisteremo a un’altra invasione di prodotti esteri. Dopo l’accordo con il Marocco nell’ambito della politica europea del vicinato, che ha causato un collasso della produzione ortofrutticola mediterranea con un drastico calo dei prezzi delle arance e dopo le misure di emergenza per aumentare la quantità di olio d’oliva che può essere importata in Ue dalla Tunisia, ecco il nuovo capitolo della politica europea: un nuovo accordo commerciale tra la Ue e sei paesi dell’Africa australe”, già approvato dal Parlamento europeo”.
Migliaia di agrumicoltori agrigentini sostengono che le arance quest’anno potranno rimanere appese all’albero, senza alcuna raccolta, soprattutto la specialità Navellina che si raccoglie proprio nello stesso periodo dell’arrivo delle arance africane. Migliaia di aziende rischiano di chiudere perché non possono competere per prezzo e per qualità. Le tre colture del territorio, arance, olio ed uva, sono sotto attacco europeo.
. “L’esportazione di arance dal Sudafrica, protratta da ottobre fino al 30 novembre, andrà a ledere ancora di più la situazione degli agrumicoltori siciliani – afferma il senatore Ruvolo – I prodotti che arrivano dall’Africa sono sì a costi inferiori, ma non rispondono agli stessi standard qualitativi cui sottostanno le nostre produzioni, sia in termini sanitari sia in termini di manodopera, impedendo ai nostri agricoltori di reggere la concorrenza perché i prodotti di qualità costano. L’Europa lo capirà mai che la qualità va tutelata?”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here