Ribera: la scuola apre al territorio e alle associazioni

1684

La scuola apre al territorio e ai contributi volontari delle associazioni locali. Si tratta dell’istituto comprensivo “Francesco Crispi”, che racchiude tre ordini di scuola, la cui dirigente scolastica Maria Angela Croce ha convocato ieri mattina, attorno ad un tavolo, nel plesso di piazza Giulio Cesare, alcuni docenti, i responsabili delle associazioni Lions Club, Rotary Club, Quadrifoglio Rosa, Misilcassim, Magica, giornalisti ed operatori culturali per far diventare la scuola un polo concreto collegato alla vita quotidiana, attraverso attività di cultura, legalità, sport, sanità, senza pesare sul bilancio dell’istituzione scolastica.
“Vogliamo creare interessi nuovi per i ragazzi – afferma la preside Croce – per combattere il bullismo, l’alcolismo e per diffondere i concetti della legalità, ad iniziare dal rispetto dei beni pubblici”. Tra i partecipanti hanno presentato delle proposte didattiche Giovanni Lupo, Giovanni Tinaglia, Giuseppe Mazzotta, Antonio Fanara, Mimmo Tornambè, Lina Amari, Antonella Marturano, Donatella Augello, Carmelo Gibilaro e Giacomo Norrito.
Tutti hanno dato la loro disponibilità gratuita a fornire collaborazione e servizi vari nella prevenzione delle malattie dell’udito e della vista dei bambini, nell’alfabetizzazione di ritardo, nel mediatore linguistico, nel primo soccorso, sulla problematica della pedofilia, nel campo del giornalismo e del teatro locali, dell’educazione ambientale con visite guidate, nel settore della musica e anche della cinematografia. Ogni associazione presenterà la propria proposta per poterla inserire nei progetti scolastici del nuovo anno scolastico. Il prossimo appuntamento degli operatori scolastici e dei responsabili delle associazioni è stato fissato a scuola il prossimo 17 ottobre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here