Cattolica Eraclea: La Regione finanzierà il progetto per salvare la spiaggia di Eraclea Minoa

3537

Sarà la Regione Siciliana a finanziare a breve scadenza il progetto per salvare dalla continua erosione del mare la spiaggia e il bosco di Eraclea Minoa. E’ questo l’impegno che ha assunto pubblicamente ieri mattina a Palermo l’assessore regionale al Territorio ed Ambiente Maurizio Croce il quale ha ricevuto la nutrita delegazione capeggiata dal sindaco Nicolò Termine e di cui facevano parte il deputato nazionale Angelo Capodicasa, gli imprenditori cattolicesi presenti sul litorale, l’ing. Attilio Santini, il dirigente regionale di Marevivo Fabio Galluzzo e dirigenti regionali dell’assessorato.
“Abbiamo incontrato la piena disponibilità del governo regionale – ci dice il primo cittadino cattolicese Termine – ci è stato promesso un corposo finanziamento in poco tempo e il Comune di Cattolica Eraclea si metterà subito al lavoro per preparare il progetto che dovrebbe fruire dei finanziamenti di un programma regionale che attingerà a dei fondi europei. Registriamo l’impegno della Regione a volere risolvere la precaria situazione odierna”.
Si parla di un nuovo finanziamento complessivo di 5 milioni e 950 mila euro che dovrebbe prevedere tre fasi di lavorazione: la prima la creazione delle barriere soffolte in mare per bloccare le maree, la seconda il ripascimento della spiaggia già erosa e la terza il rifacimento del bosco demaniale con la messa a dimora di nuove piante. Bisognerà far presto, accelerare con la progettazione e superare tutte le barriere burocratiche ed amministrative perché la prossima stagione invernale le mareggiate potrebbero completare il danno ambientale che va avanti ormai da un paio di decenni.
Soddisfatto il sindaco Termine e anche gli operatori degli stabilimenti balneari che ultimamente hanno visto compromesse le loro strutture ricettive e le loro attività per l’azione erosiva del mare che in una ventina d’anni ha inghiottito circa 200 metri di spiaggia e di bosco del demanio forestale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here