Ribera: migliaia di giovani al rave party della foce del fiume Verdura

5795

E’ il più grosso concentramento di giovani, di musiche e di mezzi, mai fatto forse in provincia di Agrigento. Più di un migliaio di giovani, provenienti da tutte le regioni d’Italia, ma anche da diversi paesi europei, si stanno incontrando in questi giorni in un rave party alla foce del fiume Verdura, sulla spiaggia di Piana Grande, a circa 6-7 chilometri da Ribera. Sono arrivati con ogni mezzo, dai grossi camion, agli articolati, alle roulotte, alle macchine, dalle jeep ai grossi motori e perfino con le biciclette.
Si sono accampati sul litorale riberese, sulla sponda sinistra del fiume Verdura, in prossimità del Golf Resort di Rocco Forte, dove ascoltano da mattina a sera, e perfino durante la notte, musica elettronica che va dall’acid house al tekno, allo jungle, dal drum & bass al goa. Arrivano e partono quotidianamente giovani e mezzi. E’ un via vai continuo. Inizialmente si calcola che potessero essere un buon migliaio, ma oggi sono diminuiti perché alcuni sono andati definitivamente. Dovrebbero rimanere ancora per 24-48 ore. Dal via vai delle auto, abbiamo riscontrato che si tratta di giovani di diverse regioni dell’Italia settentrionale e dalle targhe si capisce che alcuni sono arrivati anche dalla Francia, dall’Austria, dalla Germania e dall’Olanda.
Di giorno fanno il bagno, se ne stanno per ore in acqua o sdraiati sul bagnasciuga di ciottoli e ascoltano musica ad alto volume. La sera e per buona parte della notte il ritmo della musica diventa incalzante per via dei ritmi dance e per i giochi di luce. Pare che non disturbino nessuno perché i residenti nelle villette a mare non hanno protestato per il volume della musica.
Non c’è stata alcuna convocazione per il rave party. E’ bastato il tam tam frenetico sul web, su internet, su facebook per portare per alcuni giorni sulla selvaggia spiaggia riberese tanti giovani amanti della musica e del vivere all’aria aperta. Pare che per queste feste non vengano richieste autorizzazioni e assolti particolari obblighi. L’unico problema potrebbe essere rappresentato dalle generali condizioni igienico-sanitarie del litorale dove si trovano accampati.
Il sindaco di Ribera Carmelo Pace si è affrettato ieri a precisare di non avere dato alcuna autorizzazione ad enti e associazioni varie e di avere informato della corposa presenza giovanile le autorità competenti. Intanto, le forze dell’ordine stanno facendo un monitoraggio della situazione, degli arrivi e delle partenze di uomini e mezzi. Tutto sembra tranquillo, anche perché la località è lontana dal centro abitato e raggiungibile con grandi difficoltà perché una precaria strada in terra battuta, a ridosso della spiaggia, è quasi intransitabile.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO