Agrigento: il riberese Raffaele Taddei protagonista alle rappresentazioni del Pirandello Stable Festival domani nella Valle dei Templi

2883

Si chiude la stagione teatrale nella Valle dei Templi di Agrigento con un grande evento di teatro classico e neoellenico al Teatro davanti al Tempio di Giunone. Proprio domani, alle ore 21, in una suggestiva ambientazione classica nel cuore della grecità culturale, l’associazione “Art & Music” di Favara, col sostegno dell’Ente Parco Valle dei Templi di Agrigento presenta l’opera “Ulisse , i venti degli eroi”.
Si tratta della nuova edizione 2016 ossia eroi e anti eroi eroine e antieroine del mondo classico con variazioni storiche e contemporanee, tratte dalle opere di Euripide, di Sofocle, di Aristofane, di Plauto, di Eschilo e di Dante. Le musiche neo-elleniche sono di di Vangelis, di Yanni e di Teodorakis.
Sarà il giovane attore riberese, Raffaele Taddei (nella foto), studente del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, diretto da Giancarlo Giannini, ad interpretare Ulisse contro Polifemo. Il promettente attore ha già recitato in diverse opere teatrali portate sul palcoscenico dal “Pirandello Stable Festival”, diretto al prof. Mario Gaziano.

Taddei Raffaele 2
Questi altri interpreti e i personaggi del teatro greco: Oriana Paolocà Andromaca, Luisa Lo Verme e Alfio Russo Timoclea sfida Euripide (da “Donne in festa”), Sal Valenti: La vendetta di Menelao, Maria Grazia Castellana e Angelo Provenzano Pirgopolinice e Filocomasio (da “Miles gloriosus), Berta Ceglie Cassandra e Maria Fantauzzo La strega Cumana, Giuseppe Gramaglia Minisippo, oplita, Caterina e Nicola Barberi con i movimenti coreografici e con la partecipazione della scuola di danza di Simona Vita. La collaborazione artistica è di Giuseppe Adamo ed Andrea Cassaro. Il narratore è Giuseppe Portannese. Il progetto artistico e la regia, come di consueto, sono curati da Mario Gaziano.
“Chiudiamo questa rassegna estiva di teatro con soddisfazione per il buon successo degli spettacoli e per l’affluenza di pubblico – ci dice il regista agrigentino Gaziano – riprenderemo il 10 dicembre prossimo, con una manifestazione che, promossa in occasione della celebrazione dell’anniversario della morte del drammaturgo agrigentino Luigi Pirandello, prevede la premiazione del concorso poetico “Modello Pirandello” e con il “Premio Pirandello” da assegnare agli artisti del Pirandello Stable Festival”.