Ribera: Tornano pulite le spiagge dopo l’assalto di ferragosto

1331

E’ stato un ferragosto dalle spiagge complessivamente pulite quello di ieri che ha portato migliaia di riberesi a trascorrere in una bella giornata di sole la festività a mare e nei villini di Seccagrande, Piana Grande e Borgo Bonsignore. L’assalto alle spiagge nella notte di ferragosto c’è stata da parte soprattutto di giovani che hanno trascorso la notte della domenica in riva al mare, accendendo dei falò e facendo una scorpacciata di carne e salsiccia arrostita sul fuoco, di pizze e bevande varie.

Seccagrande sacchi spazzatura sulla spiaggia
E’ stata una notte tranquilla, come ci hanno confermato le forze dell’ordine che hanno effettuato dei controlli nelle borgate sulle strade di collegamento con la città. Sulle spiagge di Seccagrande, del Corvo e di Piana Grande ieri mattina c’erano soltanto mucchi di cenere e di qualche tizzone ancora fumante perché una squadra di operatori ecologici, composta da operai dalla ditta privata Giudice, che ha preso in appalto per due mesi i lavori di pulizia delle spiagge, e di netturbini dell’ex Sogeir fin dall’alba, ha provveduto a raccogliere in grossi e numerosi sacchi neri di plastica quanto i cittadini hanno lasciato durante la notte sulla spiaggia.

Seccagrande tronchi e cenere sulla spiaggia
Lungo tutta la spiaggia c’è stata una lunga fila di sacchi neri ricolmi di rifiuti che sono stati ammucchiati e in parte raccolti nella mattinata di ieri e in parte anche stamattina e caricati sui mezzi che hanno fatto la spola con l’isola ecologica di contrada “Scirinda”. A parte la cenere, i tizzoni e qualche tronco ancora sparso sulla spiaggia, è stata una buona operazione che ha fatto trovare pulita la spiaggia ai bagnanti e ai visitatori, anche se una pulizia più accurata è stata ripetuta ieri mattina dagli operatori.

Seccagrande tizzonielegna sulla spiaggia