Santo Stefano Quisquina: Le cucine della mensa scolastica con le indennità degli amministratori comunali

2300

E’ un esempio da emulare quello che stanno compiendo gli amministratori comunali di Santo Stefano Quisquina, se hanno già destinato parte delle loro indennità di carica a favore di opere in corso di realizzazione per la comunità. Il presidente del consiglio comunale Enzo Greco Lucchina (nella foto), la giunta comunale, composta da Giovanna Ferraro, Guido Orlandini, Ignazio Schillaci e Pietro Filippo Reina, si sono ridotte le indennità del 50 per cento, il sindaco Francesco Cacciatore del 20 per cento e i consiglieri comunali hanno rinunciato ai loro gettoni di presenza per realizzare la cucina della mensa scolastica, oggi situata in affitto nello stabile del Collegio di Maria.

Enzo Greco Lucchina S. Stefano Quisquina
Si tratta di una somma di circa 30 mila euro che, alla fine della seconda parte del mandato amministrativo raggiungerà l’importo di circa 50 mila euro che saranno sufficienti per completare l’opera nell’edificio scolastico di via Aldo Moro dove saranno preparate le pietanze calde da distribuire agli alunni delle scuole dell’obbligo. Si risparmierà sul costo dell’affitto e i bambini avranno pietanze a portata di mano.
Nella prima parte della legislatura stefanese, in virtù della riduzione delle indennità amministrative, è stato realizzato un altro progetto sociale. E’ stato acquistato uno scuola-bus che, costato circa 60 mila euro, entrerà in funzione già dai primi giorni del prossimo anno scolastico e provvederà a trasportare decine e decine di alunni da casa a scuola e viceversa.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO