I consiglieri di maggioranza: Raccolta rifiuti, “Il cattivo maestro”

1367

La situazione emergenziale in cui si trova la Sicilia a causa delle inefficienze degli impianti regionali di smaltimento determina una fase particolarmente delicata, complessa e difficile che richiede una risposta determinata, efficace e capace da parte sia dei soggetti istituzionali che dei singoli cittadini. Ribera pur con le criticità che si sono manifestate, sta rappresentando una felice eccezione rispetto al panorama provinciale e regionale. Tale risultato si deve alla collaborazione dei cittadini, che stanno mostrando un grande senso civico e di responsabilità nel far fronte comune rispetto alle difficoltà di questi giorni. Le nuove modalità di raccolta sperimentate a Borgo Bonsignore e Seccagrande hanno permesso di conseguire percentuali di differenziata, superiori alle migliori aspettative, facendo ben sperare in una forte diminuzione delle quantità di indifferenziata. Siamo ben consapevoli che la situazione critica non è stata superata, ma confidiamo che l’emergenza porti il Governo Regionale a trovare delle soluzioni immediate senza lievitazione dei costi.
Rispetto al grande lavoro svolto dall’amministrazione comunale e al grande senso civico manifestato dalla cittadinanza, si riscontra qualche brutta nota negativa.
Un vecchio arnese politico oramai in disuso, animato soltanto da rancorosa ostilità nei confronti della città, forse perché per ben due volte sonoramente bocciato all’elezioni dai RIBERESI, strumentalizza tre innocenti consiglieri comunali fungendo da cattivo “maestro” .
A questi ultimi consigliamo di evitare di sottoscrivere documenti, preparati dal cattivo “maestro”, che hanno il solo scopo di danneggiare la città, tentando di instillare nei cittadini attraverso false, tendenziose e irreali ricostruzioni sentimenti che possano spingere ad attenuare il senso civico.
Il volersi attribuire il merito di aver fatto ritirare la proposta di incremento della Tari, risulta semplicemente ridicolo oltre che falso. La maggioranza aveva già espresso, pubblicamente attraverso il Sindaco e ufficiosamente in tutte le riunione con gli uffici la volontà di bocciare la proposta del dirigente dell’ufficio tributi. Il saldo rapporto di fiducia tra il Sindaco, la maggioranza e il Segretario Comunale non può essere scalfito da maldestri tentativi dei tre indottrinati consiglieri comunali e neanche dall’ improvvida conduzione del Presidente del consiglio pro-tempore, che non ha permesso all’amministrazione e alla maggioranza di esprimersi nella sede istituzionale. Auspichiamo il ristabilirsi di un clima di correttezza, di responsabilità e di rispetto della verità, evitando di millantare meriti inesistenti.

I CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA
Angileri Maria Grazia
Armenio Antonino
Caico Davide
Caternicchia Paolo
Failla Rossella
Inglese Nicola
Montalbano Francesco
Picarella Ina
Tortorici Giuseppe
Tramuta Giuseppe
Zicari Rita