Ribera, tassa sui rifiuti, l’assessore Firetto: “La mistificazione del malato immaginario”

358

La mistificazione è l’arte di distorcere la verità e realtà dei fatti, diffondendo opinioni erronee o giudizi tendenziosi al fine di trarre esclusivo vantaggio personale dalla credulità altrui. La sindrome di Munchausen (malato immaginario) è la patologia di cui è affetto chi esterna sintomi fittizi al fine di assumere il ruolo di malato con il preciso scopo di richiamare l’attenzione di chi ha intorno.
Si susseguono i comunicati stampa semplicemente sottoscritti dai tre consiglieri di minoranza Li Voti, Lupo e Farruggia sulla vicenda, ormai nota, dell’emergenza rifiuti che sta interessando non solo il nostro Comune ma tutti i Comuni della Regione Siciliana e che consegue esclusivamente dalla criticità del sistema di smaltimento dei rifiuti (gestione delle discariche) materia di competenza della Regione Siciliana e che è arrivata al collasso per l’inerzia esclusiva del soggetto competente (Regione).
La situazione in tutti i Comuni siciliani è drammatica, fuori controllo e il Governo Regionale si sta dimostrando, ancora una volta, incapace di affrontare l’emergenza che rischia di essere davvero catastrofica.
Sono noti oramai a tutti i cittadini le cause dell’emergenza e i relativi effetti sono enunciati quotidianamente da tutti gli organi di stampa.
Questa Amministrazione è stata e continua ad essere, impegnata a fronteggiare quotidianamente e con ogni mezzo a disposizione tale momento critico.
E’ oramai noto a tutti che siamo obbligati a conferire presso la discarica di Lentini a circa 400 km da Ribera. Nonostante gli innumerevoli problemi ai quali siamo chiamati quotidianamente a dare risposta non sembra affatto che la nostra Città appare oramai come “una discarica a cielo aperto” come denunciano i tre Consiglieri di minoranza.
Tranne alcune disfunzioni, fisiologiche in un contesto emergenziale, è sotto gli occhi di tutti che la realtà rappresentata è distorta.
Le Borgate di Seccagrande e Borgo Bonsignore sono quotidianamente pulite come non mai, mentre nel restante territorio non si può assolutamente affermare che siamo in emergenza igienico sanitaria. Rispetto a tutti gli altri Comuni della ex Provincia di Agrigento possiamo affermare, senza tema di smentita, che Ribera è senz’altro il Comune più pulito. Basta fare un giro a Poro Empedocle, Agrigento, Moltallegro, per non citare altre realtà, per accertare che quanto affermato risponde assolutamente al vero.
Forse, davvero, qualcuno è affetto dalla sindrome del malato immaginario ma spesso la realtà supera la fantasia e per questi soggetti è davvero dura guarirne.
Ma le mie sono solo affermazioni di parte come affermazioni di parte sono solo quelle dei Consiglieri di minoranza.
Ed allora, ai cittadini l’invito a guardare la nostra realtà, anche con occhio critico e confrontarla con quella degli altri Comuni.
Stiamo facendo, davvero, le umane e le divine cose per rendere vivibile, in tale contesto emergenziale, la nostra Ribera che non è affatto una “discarica a cielo aperto” come il “malato immaginario” vuol far credere.
La situazione, del resto, è sotto gli occhi di tutti e può essere tranquillamente giudicata.
Ma la politica quella con la “p” minuscola è, purtroppo, mistificazione posta in essere per trarre esclusivo vantaggio personale dalla credulità altrui.
E’ la mistificazione ancora più grave, in quanto spudorata, è stata perpetrata con le affermazioni dei Consiglieri di minoranza in ordine alla proposta di aumento della tassa sui rifiuti stante che gli stessi sono perfettamente a conoscenza del fatto che la proposta proviene da una iniziativa solitaria del Dirigente che si occupa dei tributi, formulata sulla base di prerogative che la legge gli riconosce, in conseguenza dei maggiori costi di trasporto e conferimento nella discarica di Lentini (e non come sostenuto dai Consiglieri di minoranza per aumento di costi di gestione della Sogeir – basta leggere la proposta di aumento del Dirigente depositata agli atti e a disposizione di tutti i cittadini), proposta assolutamente non condivisa dall’Amministrazione nè dalla maggioranza consiliare che l’appoggia, anzi fortemente osteggiata in quanto ritenuta illegittima e inopportuna come sostenuto dal nostro Segretario generale la cui posizione era ben nota a tutti prima della seduta del Consiglio Comunale. La prova è fornita dalle dichiarazione del Sindaco formulate anche a nome della maggioranza consiliare nella conferenza stampa del 28 luglio ripresa da diverse emittenti e a cui ha assistito la stampa locale che preannunciava il voto contrario alla proposta. Si può discutere su eventuali errori del passato ma oggi è questa la sacrosanta verità.
L’unica affermazione del comunicato stampa del 30 luglio dei Consiglieri di minoranza che riteniamo di dover condividere è il giudizio espresso sul nostro Segretario Generale Dott. Leonardo Misuraca, eccellente funzionario e instancabile lavoratore con il quale sto avendo il privilegio di lavorare, che dimostra in ogni occasione di operare solo ed esclusivamente nell’interesse di questa collettività con atteggiamento super partes.
Ed allora non si capisce davvero se la speculazione possa arrivare a tanto. A questo punto sento di dover rivolgere a tutti gli operatori politici l’ invito a fondare la propria azione su un caposaldo : il dovere di verità vissuto quale “obbligo inderogabile”. E tanto perché un’informazione che occulta o distorce la realtà dei fatti impedisce ai cittadini un consapevole esercizio della sovranità.
L’Assessore
Nino Firetto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here