Burgio: Vito Ferrantelli eletto vicepresidente dell’associazione “Città Italiane della Ceramica”

1117

Prestigioso incarico per Vito Ferrantelli, sindaco di Burgio, che è stato eletto vicepresidente nazionale dell’Associazione delle “Città Italiane della Ceramica”. Presidente è stato eletto il senatore Stefano Collina di Faenza. L’assemblea si è svolta a Laveno Mombello, in provincia di Varese, con l’ ospitalità offerta dal sindaco Ercole Ielmini e alla presenza dei sindaci delle 35 città italiane che fanno parte dell’associazione. Vito Ferrantelli ha sostituito nella carica il sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola, vicepresidente uscente e in carica da qualche anno.
Il presidente Stefano Collina ha presentato all’assemblea i temi e i programmi che saranno oggetto della pianificazione futura, tra cui i rapporti da instaurare tra l’associazione e la società Amazon per realizzare un vero e proprio salto di qualità per il settore ceramico. “Ne potrebbe trarre vantaggio l’associazione in termini di visibilità, da un lato, e gli artigiani ceramisti in termini di sviluppo economico, dall’altro”, ha detto afferma il neo vice presidente Vito Ferrantelli.
Il sindaco di Sciacca, Fabrizio Di Paola ha augurato buon lavoro al sindaco di Burgio e ha formulato ufficialmente l’istanza a ospitare a Sciacca e Burgio una assemblea dell’associazione da effettuarsi nel mese di febbraio 2017, in occasione del rinomato Carnevale di Sciacca.
A Burgio i componenti dell’associazione potranno visitare il meraviglioso Museo della Ceramica, la fabbrica delle campane di bronzo e assaggiare i prelibati cibi della gastronomia locale, in particolare il tartufo di Burgio, le arance e l’olio extravergine d’oliva. Il Presidente e tutti i componenti dell’associazione hanno accolto favorevolmente la proposta. Grande rilevanza è stata data all’iniziativa ‘Buongiorno Ceramica’ che ha coinvolto recentemente i 35  comuni dell’associazione.