Ribera: Costituito un comitato di cittadini per una migliore fruizione del castello di Poggio Diana

1263

Quando le istituzioni preposte sono assenti, ecco che arrivano i cittadini che propongono dei progetti per la fruizione e salvaguardia dei beni monumentali. Ribera non fa eccezione se nei giorni scorsi, a seguito di un convegno tenuto presso l’Hotel Miravalle, è stato costituito un comitato intercittadino che si propone la valorizzazione e una migliore fruizione del castello di Poggio Diana, il maniero del XIII secolo posto sul cocuzzolo di una collina, alla sinistra del fiume Verdura, a tre chilometri dal centro abitato.
Il comitato operativo avrà il compito di valutare varie idee progettuali per la fruizione e la messa in sicurezza del castello, che una diecina d’anni fa è stato oggetto di un corposo intervento di riqualificazione architettonica conservativa.

castello convegno Miravalle FOTO MINIO
Fanno parte del comitato Giuseppe Giallombardo albergatore, Anette Vassallo, stilista, Vincenzo Liotta, scrittore, Domenico Macaluso, ricercatore, Lentini Raimondo storico, Giuseppe Puma Ribera Verde, Giuseppe Mazzotta WWF Area Mediterranea, Michele Coniglio Pro Loco, Giuseppe Gibilaro associazione Misilcassim, Vincenzo Vaccaro associazione Crazy Summer, Cardillo Carmelo studioso e tecnico, Giovanni Di Maida consorzio universitario Agrigento, Davide Cufalo Sicanianews, Santo Alfano sindaco di Cianciana, Domenico Balsamo sindaco di Villafranca. Allo stato attuale manca soltanto l’adesione del Comune di Ribera e anche della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento.
“Il convegno tenuto nelle settimane scorse – ci dice Giuseppe Giallombardo – è stato propedeutico alla nascita del comitato al quale è stata presentata la proposta di un’agenzia inglese che vuole celebrare i matrimoni in Sicilia e sfruttare la location del castello di Poggio Diana”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here