Siculiana: Incendio doloso per 40 ettari all’interno della riserva naturale di Torre Salsa

1037

Un incendio quasi certamente doloso, perché appiccato in tre punti diversi sulla strada di contrada Eremita, ha distrutto circa 40 ettari di macchia mediterranea all’interno della riserva naturale di Torre Salsa, in territorio di Siculiana. Le fiamme si sono sviluppate poco dopo le 11 di ieri mattina quando agli operatori del WWF Italia è stata segnalata la prime nube di fumo grigio che ha fatto scattare subito l’allarme alle squadre antincendio del Corpo della Forestale, la 15^ di Siculiana e l’8^ e la 9^ di Ribera, arrivate sull’area impervia con mezzi ed uomini.
A lanciare una precisa accusa è il direttore della riserva Girolamo Culmona presente all’interno della riserva. “Si tratta di un incendio doloso che ha avuto inizio in tre punti precisi vicino alla strada – ha detto il responsabile della riserva – è un chiaro attacco a tutta l’area naturale che oggi è fonte di sviluppo turistico ed economico per tutto l’Agrigentino. Forse diamo fastidio a qualcosa o a qualcuno. Ringrazio tutto il personale intervenuto per domare le fiamme”.
Ci sono voluti un paio di dozzine di operatori della forestale e personale della riserva impegnati per circa 5 ore a circoscrivere l’incendio (nella foto di Giuseppe Cinquemani) che stava per arrivare a delle abitazioni rurali. Sono intervenuti due canadair del servizio antincendio nazionale e un elicottero del Corpo Forestale dello Stato e in mare, davanti alla riserva naturale, una motovedetta della Guardia Costiera di Porto Empedocle, ha messo in sicurezza lo specchio d’acqua durante le operazioni di caricamento idrico dei mezzi aerei,  per spegnere intorno alle 16 tutti i focolai. Le squadre hanno incontrato non poche difficoltà a spostarsi perché il terreno bruciato è impervio e tutta l’area, in zona A, è stata dichiarata negli anni scorsi dall’Unione Europea habitat prioritario. Domani il personale della riserva provvederà alla perimetrazione delle aree bruciate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here