Ribera: Ospedale, nuova divisione della fondazione Maugeri con 20 posti letto di cardio-respiratoria

2773

Cresce l’ospedale di Ribera dove si rafforzano le divisioni della Fondazione Maugeri che opera già da alcuni anni con la riabilitazione neurologica. Circola voce nell’ambiente ospedaliero che in questi sta per essere firmata una convenzione per la realizzazione nel nosocomio della circonvallazione una ventina di posti letto per l’attività cardio-respiratoria. Pare che sia tutto pronto e che sulle carte manchino soltanto le firme del direttore generale dell’azienda sanitaria provinciale Ficarra e del direttore generale della Fondazione Maugeri Migliavacca.
Alla fine del passaggio burocratico, l’ospedale di Ribera, di cui spesso si è parlato in questi ultimi mesi a causa di una certa “smobilitazione” lamentata da sindacati della sanità, da amministratori comunali del distretto sanitario e dagli stessi operatori del nosocomio, diventerebbe un centro di eccellenza perché i reparti di riabilitazione sono gli unici ad operare in provincia di Agrigento e in larga parte del territorio della Sicilia occidentale a favore di un’utenza che oggi spesso compie i viaggi della speranza.
Si tratterebbe di far nascere venti posti letto che, secondo la logistica della struttura ospedaliera, dovrebbero essere collocati al terzo piano dello stabile, appositamente adattati alla creazione della nuova divisione di attività cardiorespiratoria. Non si conoscono ancora i tempi del decollo del nuovo servizio, ma, con il superamento della firma della convenzione, si potrebbe ipotizzare l’inizio dell’attività ospedaliera alla fine dell’estate.
Il nuovo reparto, oltre a nuovi posti di lavoro per le figure professionali e oltre all’assistenza per gli utenti in arrivo da variegate sedi, significa pure un certo ritorno di natura economica nell’indotto delle famiglie che accompagnano i parenti per le cure e che risiedono per qualche tempo nella cittadina crispina. Alla fine, pare che la presenza della Fondazione Maugeri a Ribera possa essere determinante per la sopravvivenza della struttura sanitaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here