Ribera: Si ruba in chiesa per fame

2455

E’ incredibile, in un’epoca in cui il consumismo ci costringe a buttare via tante derrate alimentari, che oggi si possano rubare, per fame, generi alimentari perfino in chiesa. E’ successo a Ribera nel salone della chiesa di Santa Teresa, nella parte alta e periferica del centro urbano, dove di notte, ignoti si sono introdotti, forzando la porta d’ingresso del locale, attiguo e collegato al luogo di culto.
I ladri hanno portato via dagli scaffali generi alimentari come formaggio, zucchero, scatolame, piselli, lenticchie e barattoli di marmellata che il prete don Giorgio Casula e i parrocchiani raccolgono e distribuiscono periodicamente in beneficenza a quanti ne hanno bisogno, siano essi riberesi o stranieri che vivono in città e che siano di passaggio.
Ad accorgersi di un certo movimento di persone attorno alla chiesa sono stati, nelle prime ore del mattino, alcuni agricoltori che stavano per recarsi in campagna e che hanno avvertito la locale tenenza dei carabinieri che ha fatto intervenire una pattuglia che ha trovato la porta socchiusa e gli scaffali vuoti. Dei ladri naturalmente nessuna traccia. Sono stati eseguiti dalle forze dell’ordine dei rilievi ed è stato accertato che nulla è stato portato via, ad eccezione del cibo. Ignoti, si presume, avranno rubato per fame. E’ la prima volta che succede nelle mense delle parrocchie riberesi.
La vicenda ha una storia strana perché chi ha rubato intanto sapeva della presenza dei generi alimentari. Si potrebbe ipotizzare una bravata giovanile, ma è pure presumibile che il furto di generi alimentari sia servito a qualche famiglia, sia locale o straniera (vi sono tanti nuclei di tunisini, di lavoratori del Maghreb e una folta colonia di romeni) a corto di viveri.
Il furto è curioso perché a Ribera oggi non si trova gente che patisca letteralmente la fame in quanto da alcuni anni opera, con un certo impegno quotidiano ad opera di un comitato di volontari, la mensa della locale Caritas che assicura ogni sera i pasti caldi a quanti si presentano, nei locali de “La Palma” della parrocchia di San Giovanni Bosco, dove si trova pure allocato il centro cittadino per la distribuzione dei viveri, anche da consumare a casa, e degli indumenti a favore di coloro i quali ne hanno più bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here