Ribera: Il consiglio comunale approva l’adesione al Gal Sicani

569

Si aprono nuove prospettive di sviluppo economico e sociale per Ribera perché il Comune è entrato a pieno titolo tra i centri che fanno parte del Gal Sicani. Lo ha deciso nei giorni scorsi il consiglio comunale che ha approvato all’unanimità la delibera n.42 con la quale la città e la civica amministrazione entrano a far parte, nell’orbita di un’altra trentina di comuni agrigentini che fanno capo al Gruppo di Azione Locale “G.A.L. Sicani” che è una società cooperativa consortile che si occupa geograficamente del territorio che va dal mare sino ai Monti Sicani.
Ribera entra in qualità di socio e aderisce al partenariato proponente il nuovo Piano di Azione Locale Sicani per il ciclo di programmazione 2014-2020 del Piano di Sviluppo Rurale della Sicilia. Nei giorni scorsi si sono svolte in diversi comuni degli incontri per spiegare le modalità di accesso ai finanziamenti con progetti esecutivi.
“L’adesione del Comune di Ribera al GAL “Sicani” rappresenta un importante possibilità di sviluppo endogeno di tutta l’area interessata – spiegano il sindaco Pace e l’assessore alle Attività Produttive Padovano – E’ di primaria importanza operare secondo una strategia comune e condivisa con il partenariato pubblico e privato locale per migliorare la capacità competitiva del territorio, realizzando azioni progettuali e intercettando tutte le possibili fonti di finanziamento”.

Il Comune intende sviluppare un sistema turistico locale, diffuso e di particolare specificità attraverso piano di marketing territoriale capace di promuovere in modo unitario il territorio con le sue eccellenze agricole, fornendo un’offerta turistica di qualità, supportata dalla creazione di nuove microimprese e dal consolidamento di quelle esistenti.
I giovani, attingendo ai finanziamenti disponibili, hanno la possibilità e l’opportunità di potere promuovere sul territorio imprese ed attività nuove e remunerative, indispensabili per il decollo economico dove oggi a girare è soltanto l’agricoltura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here