Villafranca Sicula: I centri dell’interno hanno bisogno di una postazione del 118

397

I centri dell’interno collinare hanno bisogno con urgenza di una postazione del servizio del 118. Di tale richiesta si è fatto portavoce, a nome delle amministrazioni comunali di Burgio, Lucca Sicula e Caltabellotta, il sindaco di Villafranca Sicula Domenico Balsamo che ha incontrato a Palermo l’assessore regionale alla Salute Gucciardi, nel momento in cui in Sicilia stanno per essere rimodulate le postazioni del 118.
Il primo cittadino Balsamo, accompagnato da Nelly Scilabra della segreteria del presidente della Regione Crocetta, ha prospettato al rappresentante del governo regionale che il territorio è sprovvisto del servizio del 118, con rischi e pericoli per l’utenza che, quando ha necessità, chiede l’intervento dell’ambulanza e degli infermieri che arrivano da Ribera e in subordine da Cianciana, attraverso strade precarie che richiedono dai 40 ai 60 minuti per raggiungere uno dei quattro paesi. Viene chiesto il ripristino di un servizio che è stato attivo nel comprensorio tra febbraio e maggio del 2013, quando in occasione del crollo del ponte sul fiume Verdura, fu istituita una postazione provvisoria a Villafranca Sicula dove furono registrati decine e decine di interventi, alcuni in codice rosso che salvarono delle vite umane.
“In attesa che sulla vicenda si pronunci l’Agenas e dopo il parere favorevole del comitato tecnico regionale del servizio di emergenza – ci dice il sindaco Domenico Balsamo – abbiamo avuto assicurazioni dall’assessore alla Salute Gucciardi, in deroga alle attuali disposizioni sanitarie, che l’Asp di Agrigento possa provvedere, con una soluzione ponte, alla istituzione del servizio del 118, con sede a Villafranca Sicula, in attesa del provvedimento finale che pare sia positivo”.
La vicenda del 118 aveva suscito tra le popolazioni, circa tre anni, lamentele, proteste, occupazioni e raccolta di firme con le quali l’amministrazione civica chiedeva, dopo l’apertura della SS 115, il mantenimento del servizio che risultava e che risulta tutt’oggi necessario per le popolazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here