Siculiana: All’esame dei tecnici la testa del Crocifisso nero trovata al cimitero

590

La testa di un crocifisso ligneo è stata trovata ieri mattina all’interno del cimitero dai custodi che hanno scoperto quasi per caso il pezzo della statua lignea che somiglia verosimilmente al crocifisso scuro del simulacro conservato nella chiesa madre e venerato da migliaia di fedeli non solo di Siculiana, ma anche dei centri vicini che il 3 maggio raggiungono, per promessa a piedi scalzi, la cittadina.
A diffondere la notizia del ritrovamento sono stati il sindaco Leonardo Lauricella e i parroci don Aldo Sciabbarrasi e don Antonello Martrorana, i quali hanno recuperato il reperto ligneo della statua, l’hanno ben conservato presso la chiesa dell’Immacolata e l’hanno già fatto esaminare ad un esperto restauratore di Sciacca che ritiene al momento che si possa trattare di un’opera di grande pregio artistico, di antica fattura da parte di un valente scultore.
Nessun tipo di allarmismo perché sta per essere ricostruita la provenienza in quanto qualche decennio fa nella chiesetta del cimitero, a causa di alcuni lumini rimasti accesi, tutto l’arredamento prese fuoco e con esso andò parzialmente distrutta la statua nera del crocifisso di cui verosimilmente rimase soltanto la testa della quale successivamente non si seppe più nulla. Qualcuno forse se ne appropriò e la conservò per diversi anni. Ieri improvvisamente è venuta fuori, creando all’inizio qualche perplessità nei ricordi dei fedeli e della popolazione.
“Chiesa e Comune – ci ha detto il sindaco Leonardo Lauricella – tornano a collaborare attivamente per cui è intendimento dell’amministrazione civica, trattandosi di un bene rinvenuto in luogo di proprietà comunale, dare incarico ad un restauratore affinché, di concerto con la Soprintendenza ai Beni Culturali e con la Commissione della Curia Arcivescovile, possa ricostruire, riqualificare e datare l’opera d’arte rinvenuta. Collocare nel tempo la sua realizzazione e valutare compiutamente la fattura artistica del capo del crocifisso assume una rilevanza fondamentale per il patrimonio storico, artistico e culturale di Siculiana”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here