Agrigento: Appello per le iscrizioni al centro provinciale per l’istruzione degli adulti ai fini della licenza elementare e media

558

Sono centinaia e centinaia oggi in provincia di Agrigento i giovani e i meno giovani che sono privi della licenza elementare e di quella della scuola media. Si tratta degli stranieri che vivono da anni con regolare permesso di soggiorno in tanti centri agrigentini e anche di tanti giovani che negli anni scorsi hanno evaso l’obbligo scolastico e che si ritrovano senza un pezzo di carta utile per aprire un’officina, un esercizio commerciale e un’attività artigianale.
Il centro provinciale per l’iscrizione degli adulti che, diretto dal dirigente scolastico Santino Lo Presti, svolge un ruolo importante per garantire una istruzione a tutti coloro che si trovano sul territorio, dagli extracomunitari ai giovani di casa nostra, ha sette sedi in provincia presenti in altrettante istituzioni scolastiche (Agrigento, Favara, Canicattì, Cammarata, Bivona, Ribera e Sciacca) e lancia un appello affinchè che è interessato alla alfabetizzazione o a con seguire la licenza di scuola media serale possa iscriversi del tutto gratuitamente entro la fine del mese di maggio per definire l’organico delle scuole e dei docenti.
“Il CPIA, con i corsi serali – ci dice Santino Lo Presti – svolge un ruolo importantissimo perché opera con persone che portano con sé problemi complessi, che provengono da contesti sociali diversi dagli extracomunitari da alfabetizzare o che vvoino in ambienti sociali disagiati o degradati (abbandono scolastico, carcere). Noi vogliamo inserirci nel percorso di vita di queste persone per migliorare le loro condizioni”.
Il centro di Ribera, presso l’Itcg “Giovanni XXIII”, è frequentato non solo da extracomunitari arrivati dall’Africa, ma da diversi riberesi senza titolo di studio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here