Sport Calcio: Ribera, premiazione della squadra dell’Atletico, arrivo di due ex calciatori dalla Toscana e inizio del Memorial Corso-Parisi

1713

Un sabato così ricco di sport a Ribera in questi ultimi anni non c’era mai stato. Si sono accavallate diverse manifestazioni che hanno mobilitato tutto il calcio di ieri, di oggi e forse anche quello di domani. Nella sala dei sindaci del palazzo comunale il sindaco Carmelo Pace e l’assessore Cristina Cortese hanno ricevuto e premiato i giocatori, l’allenatore e i dirigenti della squadra di calcio dell’Atletico Ribera che ha vinto il campionato di prima categoria ed è stato promosso in promozione. Trofei, targhe e pergamene per il presidente Pasqualino Borsellino, per l’allenatore Francesco D’Anna e per tutti i calciatori biancocelesti.

Ribera calcio premiazione FOTO MINIO 2Ribera calcio premiazione FOTO MINIO

Il sindaco Pace ha detto che lo stadio comunale “Nino Novara” è il peggiore tra tutti i campi della Sicilia e ha promesso che si attiverà con un progetto e con la ricerca di finanziamenti per la sua sistemazione organica. L’assessore Cortese si è complimentata con la dirigenza per il fatto che la squadra ha schierato calciatori tutti riberesi. Si comincia a lavorare per il prossimo campionato con qualche promessa dell’amministrazione civica da quantificare.
Erano presenti alla manifestazione due bandiere del Ribera calcio degli anni ’70: l’allenatore toscano Ennio Succi e il portiere Roberto Aliboni venuti appositamente per presenziare al Memorial calcistico “Fofò Parisi e Tonino Corso” che è iniziato ieri mattina sui campetti del “Camemi” con l’organizzazione dell’associazione Libertas di Amabile Bonafade e con la presenza di 15 società e di circa 700 minicalciatori arrivati a Ribera da tutta la Sicilia. Succi, allenatore di diverse squadre siciliane, toscane e greche, ed Aliboni, portiere di serie A con Brescia e Cesena, sono stati protagonisti di un amarcord con tutto il mondo calcistico riberese.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO