Montallegro: Il Tar respinge il ricorso di Girgenti Acque circa l’interruzione del sistema fognario

1345

Il tribunale amministrativo regionale di Sicilia ha bocciato il ricorso di Girgenti Acque in merito alla richiesta di sospensione dell’ordinanza del sindaco di Montallegro Pietro Baglio circa l’opposizione al distacco della rete del sistema fognario per gli utenti morosi del canone idrico richiesto dalla società agrigentina che assicura il servizio di distribuzione dell’acqua e che gestisce gli impianti delle fognature e della depurazione. Il Tar di Palermo, Calogero Ferlisi, presidente, Roberto Valenti, consigliere e Luca Lamberti, referendario, ha motivato la sentenza con il fatto che Girgenti Acque non può procedere alla disattivazione dei collegamenti fognari che potrebbe avere una significativa incidenza sulla salute pubblica della popolazione.

rete fognaria 2
Resta valida l’ordinanza del sindaco Pietro Baglio con la quale viene assicurato il funzionamento del sistema fognario la cui interruzione potrebbe causare problemi igienico-sanitari e soprattutto di ordine pubblico tra i cittadini. Il primo cittadino di Montallegro, il 26 gennaio scorso, si era opposto con un’ordinanza al blocco del sistema fognario di quelle famiglie che non risultavano in regola con i pagamenti. Al Tar il comune di Montallegro era rappresentato dall’avv. Girolamo Rubino, la presidenza del Consiglio dei Ministri e il ministero dell’Interno dall’Avvocatura dello Stato di Palermo, mentre Girgenti Acque era difesa dagli avvocati Andrea Scuderi e Giovanni Mandolfo. Le spese della fase cautelare della controversia saranno compensate tra le parti. Il Tar precisa che non sussiste per Girgenti Acque un pregiudizio grave ed irreparabile, mentre nulla dispone in ordine alla facoltà di procedere all’interruzione della fornitura idrica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here