Ribera: Migliaia di agricoltori in apprensione per lo stato di agitazione dei lavoratori del consorzio da 4 mesi senza stipendio

842

C’è una certa preoccupazione nel comprensorio agricolo di Ribera dove, in vista dell’inizio della stagione dell’irrigazione di decine di migliaia di ettari di frutteto, in particolare di agrumeto, i lavoratori a tempo indeterminato presso il consorzio di bonifica Agrigento 3 da quattro mesi senza stipendio, dichiarano lo stato di agitazione della categoria e minacciano il paventato il blocco dell’irrigazione. L’allarme del mondo agricolo è stato lanciato con un documento dalle organizzazioni sindacali, Fai Cisl, Flai Cgil e Filbi Uil (Iacono, Colletti, Mulè), le quali con una nota hanno chiesto un immediato incontro, con una delegazione, al prefetto di Agrigento Diomede per trovare una adeguata soluzione al problema economico del consorzio.

agrumeti a rischio irrigazione
La soluzione alla vicenda non sta ad Agrigento, ma a monte, alla Regione Siciliana, che tarda – secondo lavoratori e sindacati – ad inviare i finanziamenti necessari non solo per pagare il personale che per il 2016 non ha ancora ricevuto alcuna retribuzione e che, quando provvedere ad erogarli li decurta, come è avvenuto per il 2015, di circa 4 milioni di euro, creando un debito per il consorzio difficile da coprire.
Il consorzio di bonifica, per assicurare un’adeguata campagna irrigua e per dare delle garanzie occupazionali ai tanti lavoratori, ai quali la struttura consortile non può più rinunciare per garantire la distribuzione dell’acqua nei giardini, ha formulato dei progetti al fine di ottenere dei finanziamenti che sono stati approvati, che hanno ricevuto l’impegno di spesa e che non sono stati mai liquidati.
“In mancanza di una chiara programmazione regionale sulla bonifica – scrivono i tre sindacati – viene dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori e denunciata l’altalenante situazione della Regione che oggi compromette la normale attività amministrativa del consorzio perfino nella stesura e presentazione del bilancio di previsione il cui mancato invio blocca il trasferimento di primi acconti finanziari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here