Ribera: La Cisl chiede al Comune un tavolo di concertazione

483

Il sindacato della Cisl, dopo la richiesta fatta nei giorni scorsi dalla Cgil, chiede all’amministrazione comunale con una certa urgenza un tavolo di concertazione per l’avvio dei processi occupazionali dell’ente locale che pare in questi primi mesi del nuovo anno, nonostante le promesse, pare sia rimasto sordo alle ripetute sollecitazioni. Il documento sindacale, che è stato inviato al sindaco e al segretario generale del Comune, sollecita il Comune a favorire l’incontro con i responsabili sindacali locali e provinciali.
Floriana Russo della segreteria provinciale della Cisl, infatti, sollecita la concertazione urgente sul piano triennale delle assunzioni e l’avvio delle procedure di stabilizzazione. Nella nota inviata all’amministrazione comunale riberese la Cisl sottolinea che “la legge di stabilità regionale 2016 prevede che entro il 3 giugno prossimo i Comuni dispongano il piano triennale delle assunzioni da trasmettere all’assessorato regionale alle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica. La norma regionale prevede, infatti, la decurtazione del 50 per cento delle somme assegnate agli enti locali per il personale precario. Se non si dovesse procedere entro la fine dell’anno in corso alla stabilizzazione dei lavoratori con contratto a tempo determinato sia i Comuni che i lavoratori correrebbero dei rischi molto seri”. Per tali ragioni la Cisl chiede con l’urgenza del caso all’amministrazione civica di Ribera di disporre tutti gli adempimenti necessari ad attivare tali processi, nonchè la creazione immediata di un tavolo di concertazione, come il Comune aveva promesso nello scorso gennaio, per l’avvio dei provvedimenti finalizzati alla stabilizzazione del personale dipendente con contratto a tempo determinato.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO