Ribera: Divieto di balneazione alla foce dei fiumi Magazzolo e Verdura

902

La foce del fiume Magazzolo non sarà balneabile, d’ora in avanti e per tutta la stagione estiva. Il tratto di mare, per circa 100 metri a sinistra e 100 metri a destra, che bagna il litorale riberese, alle porte della borgata estiva di Seccagrande, viene vietato alla balneazione. Lo stesso divieto è fatto pure per la foce del fiume Verdura, al confine dei territori dei comuni di Ribera e di Sciacca, per 400 metri di costa che si affaccia sul Canale di Sicilia, a sinistra e a destra del corso d’acqua.
Lo stabilisce l’ordinanza n.11 del 21 marzo scorso emessa dal sindaco di Ribera Carmelo Pace che ha applicato, come succede ormai da anni, i decreti della settimana scorsa della Regione Siciliana e dell’Azienda Sanitaria Locale di Agrigento finalizzati alla tutela igienico-sanitaria dei bagnanti. Il Comune di Ribera ha già dato precise disposizioni al dirigente del secondo settore di fare predisporre e di collocare i cartelli di divieto di balneazione in numero adeguato e ben visibili per l’utenza, proprio in prossimità delle foci dei due fiumi.

fiume Magazzolo foce
Si tratta di un’ordinanza che viene ripetuta, tradizionalmente, all’inizio di ogni stagione estiva, ma che quest’anno assume una particolare valenza di salvaguardia ambientale e della salute pubblica in quanto i due corsi d’acqua in questione, soprattutto il fiume Magazzolo, sono stati oggetto dello scarico abusivo di tanti liquami che alcuni oleifici hanno immesso negli argini dei corsi d’acqua, provocando inquinamento, come rilevato più volte dalle ispezioni della polizia provinciale e anche degli agenti del Corpo Forestale di Ribera che hanno rilevato numerose infrazioni.
Dal mese di ottobre sino a tutto dicembre scorso, il colore dell’acqua dei due fiumi si è presentata di colore marrone ed intrisa di sostanze oleose le quali hanno invaso i terreni adiacenti e danneggiato la flora e la fauna, prima di riversarsi in mare, attraverso la foce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here