Caltabellotta: Riaperto l’ufficio postale di Sant’Anna per la gioia degli utenti

872

E’ stato riaperto ieri mattina per la gioia degli utenti l’ufficio postale della frazione di Sant’Anna di Caltabellotta. E’ durato ben tre anni e mezzo il “black out” dei servizi postali che ha costretto giovani e soprattutto anziani a recarsi a Caltabellotta, a circa 7 chilometri, o addirittura a Ribera, a 15, per compiere una qualsiasi operazione postale o per ritirare la pensione. Alle 8,00 quando ieri si è alzata la saracinesca, davanti alla porta a vetri c’era già la fila dei sant’annesi che sono stati accolti dall’unico impiegato dell’ufficio, Gioacchino Ribecca di Sant’Anna che era stato trasferito a Caltabellotta, dall’ottobre del 2012 quando l’ufficio era stato chiuso con provvedimento unilaterale delle Poste.
L’evento è stato celebrato nel pomeriggio con una festa popolare, in piazza, davanti alla chiesa, accanto all’ufficio postale, dove i cittadini hanno offerto un rinfresco destinato agli utenti e soprattutto a quanti, dall’amministrazione comunale al locale comitato, hanno lottato in questi anni per la riapertura dell’ufficio postale. “Abbiamo vinto la nostra battaglia – hanno detto il sindaco Paolo Segreto e il delegato sindaco della frazione Gaspare Sala – i cittadini hanno avuto quanto loro spettava per diritto in quanto i disagi di tutte le famiglie sono stati quotidiani e notevoli. Basta pensare che qualche anziano si recava a Caltabellotta, in autostop, per ritirare la pensione o per pagare la bolletta della luce, dell’acqua e del telefono”.
L’ufficio postale, dichiarato “improduttivo” nella globalizzazione delle Poste perché al servizio di un’utenza di oltre 600 abitanti, è stato riaperto grazie alla sentenza del Tar Sicilia emessa il 23 febbraio scorso che ha costretto la direzione provinciale a riattivare tutti i servizi e a pagare le spese legali del procedimento. Contro la chiusura avevano presentato subito ricorso l’amministrazione comunale di Caltabellotta e il comitato locale all’uopo costituito e assistito da legali che hanno fatto valere i diritti dell’utenza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here