Cianciana: La Via Crucis oggi e domani in piazza a Cianciana

847

E’ la festa più tradizionale e coinvolgente della cittadina. Nessun altro rito religioso o festa laica mobilita tutte le famiglie del paese. In più, a Cianciana arrivano fedeli, visitatori e turisti da ogni angolo della Sicilia per assistere ai riti della Settimana Santa quando tutto il paese si trasforma in una rappresentazione sacra e tradizionale che ha radici profonde nei secoli passati.

Si ferma tutta la popolazione perché non c’è famiglia che non abbia impegnato un proprio componente nella manifestazione che, con circa 140 personaggi viventi, parte il Giovedì Santo, tra due ali di folla, da piazza Aldo Moro, davanti la chiesa madre, con il processo e la condanna di Gesù, e si conclude a mezzogiorno del venerdì al calvario, in uno scenario naturale suggestivo che ricorda il Golgota, con la crocifissione vivente di Gesù e dei due ladroni su croci di legno.

“Per il terzo anno consecutivo – ci dice Gerlando D’Angelo, presidente da anni dell’associazione “Settimana Santa” – riproporremo le scene finali con la crocifissione per rendere più drammatico il sacrificio di Cristo. Un momento intensamente religioso che scuote anche gli atei e gli stranieri di altra fede presenti per l’occasione in paese. La novità di quest’anno sarà rappresentata dalla figura del nuovo Cristo che sarà impersonato da Giuseppe Cusumano. Il buon Liborio Curaba, dopo ben 13 anni di intensa attività, torna a fare il ladrone. Tre-quattro mesi di intenso e quotidiano lavoro che ha tenuto impegnati disinteressatamente soprattutto giovani e qualche anziano in una manifestazione di appena tre giorni”.

Cianciana La Via Crucis sul corso (1)

C’è tanto amore ed interesse per il Venerdì Santo che non poche famiglie ciancianesi, emigrate da decenni per lavoro nei Paesi europei e perfino nelle Americhe, tornano per pochi giorni a rituffarsi tra le tradizioni, ancora intatte, della loro gioventù.

L’associazione della “Settimana Santa” di Cianciana fa parte da diversi anni dell’associazione nazionale “Europassion per l’Italia”, partecipa ai raduni religiosi e culturali che si svolgono in diverse regioni della penisola e sta lavorando per presentare, unitariamente con gli altri gruppi, al ministero dei Beni Culturali un ambizioso progetto aspira a mettere in rete ben 150 associazioni religiose internazionali al fine di ottenere dall’Unesco il riconoscimento delle sacre rappresentazioni come Patrimonio dell’Umanità.

Il progetto, però, più caro al presidente D’Angelo è quello della costituzione tra breve di un’associazione regionale che possa raggruppare ben 13 “Settimane Sante” di tutte le province siciliane. Il sodalizio siciliano, che verrà creato, avrà lo scopo del coordinamento delle iniziative religiose, culturali e tradizionali dell’Isola, in rapporto a quelle nazionali ed estere. La programmazione delle attività e le stesse manifestazioni, spalmate in un contesto europeo, possono portare indubbiamente dei benefici per la città di Cianciana.

Di una tale prospettiva si fa interprete il sindaco della cittadina. “Quest’anno per la “Settimana Santa” avremo ospiti, a nostre personali spese, la delegazione del comune di Rive de Gier, cittadina della Loire (Francia) – annuncia il sindaco di Cianciana Santo Alfano – arriveranno il sindaco Jean Claude Charvin, con assessori e consiglieri comunali perché da qualche anno abbiamo un gemellaggio amministrativo, culturale, turistico ed economico per la presenza oltr’Alpe, nel paese del Gier, di una nutrita colonia di emigrati ciancianesi. Già due anni fa, in una fase di interscambio culturale, un nutrito gruppo di attori amatoriali ciancianesi, protagonisti del Venerdì Santo, hanno portato con successo in Francia la Crocifissione Vivente”.

Il presidente dell’associazione Gerlando D’Angelo ha avuto in questi giorni parole di encomio e di gratitudine per i 140 personaggi che provano e riprovano, con intensità, recitazione, parti e scene già dalla prima settimana dello scorso mese di dicembre. Sono loro ad assicurare il successo della “Settimana Santa”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO