Ribera: Sulle tracce dei vandali che hanno danneggiato il monumento a Crispi

2251

Carabinieri e polizia municipale sono già sulle tracce dei vandali che hanno danneggiato nei giorni scorsi per la seconda volta, nel giro di qualche anno, il monumento di bronzo dedicato alla figura dello statista Francesco Crispi che campeggia sulla piazza centrale. Ad individuare i malfattori che hanno preso di mira il bel monumento artistico ci hanno pensato le due telecamere del servizio di video sorveglianza che, poste sulla piazza Giovanni XXIII, avrebbero individuato la bravata di chi ha spezzato la spada che impugnava la moglie del Crispi Rosalia Montmasson, unica donna a partecipare alla “Spedizione dei Mille” e seppellita con la camicia rossa.
Ad individuare la spada è stato Alessandro Aiello della locale protezione civile che ha fatto intervenire la polizia municipale che ha preso in carico l’oggetto, in attesa che lo scultore di Caltabellotta, Salvatore Rizzuti, con cattedra all’Accademia di Belle Arti di Palermo, provveda alla riparazione, su sollecitazione della civica amministrazione. Ad avere la brillante idea di dedicare un monumento a Crispi è stato Mimmo Macaluso, storico e ricercatore locale, che ha interessato il senatore Giuseppe Ruvolo ad individuare il finanziamento statale in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il monumento, inaugurato il 17 dicembre del 2010, era stato danneggiato qualche mese dopo l’inaugurazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here