Ribera: 30 milioni di euro per pianificare città e territori dell’area dei Monti Sicani

1562

Sono ben 30 milioni di euro quelli che i comuni dell’area dei Monti Sicani dovranno spendere per pianificare organici interventi per lo sviluppo turistico, agricolo ed economico di ben dodici paesi che ricadono nell’Agrigentino occidentale. Le amministrazioni dei comuni di Alessandria della Rocca, Bivona, Cianciana, San Biagio Platani, Santo Stefano di Quisquina, Burgio, Calamonaci, Cattolica Eraclea, Lucca Sicula, Montallegro, Ribera, Villafranca Sicula saranno chiamate a giorni ad approvare, nei consigli comunali, schemi di convenzione per una piattaforma comune.
Il finanziamento di 30 milioni di euro dovrà permettere ai comuni interessati di definire una pianificazione territoriale che attribuisca alle civiche amministrazioni un ruolo propositivo al fine di elaborare una strategia collettiva per un’area con caratteristiche analoghe relativamente allo studio territoriale, alle peculiarità storico-culturali e alle realtà socio-economiche. Si tratta di un comprensorio che dal mare, da Ribera e Montallegro, arriva all’area montana di Bivona e di Santo Stefano Quisquina, in un vasto territorio, quasi un terzo della provincia, dove possono attecchire iniziative legate all’agricoltura, al turismo e all’artigianato, comuni denominatori dell’area.
I programmi operativi sono stati stilati per concentrare al massimo le risorse disponibili su priorità ben definite a livello locale come polizia municipale e polizia amministrativa locale; edilizia scolastica, organizzazione, messa in rete e gestione dei servizi scolastici, ampliamento dell’attività formativa; manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade rurali, interpoderali e regie trazzere; pulizia dell’alveo dei fiumi e dei torrenti; promozione e gestione servizi turistici e culturali; recupero e fruizione del patrimonio ferroviario dismesso; servizi e strutture a sostegno del settore agricolo e zootecnico; organizzazione dei servizi pubblici come il trasporto pubblico comunale; pianificazione urbanistica ed edilizia di ambito comunale; attività in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi; servizi di prevenzione del randagismo. Altre attività e funzioni potranno essere esercitate in forma associata tra gli enti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here