Ribera: Ospedale, pronto soccorso con i medici in prestito dai reparti

1873

Diventa sempre più complessa e paradossale la situazione dei servizi offerti all’utenza all’interno dell’ospedale di zona dove periodicamente si registrano lamentele dei riberesi che non si vedono adeguatamente tutelati nella salvaguardia della salute. L’ultimo problema, in ordine di tempo, è quello del pronto soccorso che, nuovo di zecca da poco più di un anno, manca di tre medici previsti dalla pianta organica e l’azienda sanitaria provinciale li sostituisce per coprire il servizio della guardia attiva del pronto soccorso con altrettanti medici tolti dai vari reparti ospedalieri.
I medici in prestito, che partecipano alle turnazioni, arrivano dai reparti di medicina e di chirurgia per cui i professionisti vengono così gravati dall’orario di servizio ordinario, dalle turnazioni e anche dalla reperibilità. A causa delle turnazioni nell’ambito delle 24 ore, succede che un medico che deve fare la notte, al pronto soccorso, non sarà in servizio nel reparto di appartenenza né il giorno prima e né il giorno dopo il suo turno di lavoro.
Il danno che gli utenti ricevono – viene spiegato dalla cittadinanza che ci ha segnalato la problematica – sta nelle liste di attesa che, per cure ed interventi, si allungano notevolmente per cui i cittadini spesso sono costretti ad emigrare sanitariamente altrove, con disagi e spese. Tale situazione va avanti da mesi e mesi e non si intravedono spiragli per una immediata soluzione, almeno fino a quando non saranno sbloccati i concorsi per le nuove assunzioni.
Il nosocomio di zona di Ribera presenta periodicamente dei problemi che hanno investito nelle settimane scorse la quasi chiusura del laboratorio di analisi cliniche per il quale ultimamente è stata trovata una soluzione con la reperibilità notturna del personale. Alcuni anestesisti sono stati trasferiti nei giorni scorsi dall’ospedale di Ribera a quello di Sciacca, con la conseguenza che si sono bloccate le sale chirurgiche e gli interventi operatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here