Ribera: Liberate due tartarughe caretta caretta nella riserva naturale del fiume Platani

1284

Due tartarughe caretta caretta sono state liberate ieri mattina sulla spiaggia di Borgo Bonsignore di Ribera, all’interno della riserva naturale della foce del fiume Platani, in occasione delle gare dei campionati sportivi studenteschi di corsa campestre. A rimetterle in mare sono stati Calogero e Davide Lentini del centro di recupero fauna selvatica e tartarughe marine di Cattolica Eraclea e la ripartizione faunistico-venatoria di Agrigento presente con la direttrice Maria Licata e gli impiegati Diego Valenti, Antonella Sajeva ed Andrea Maccanuco. Si è trattato di due giovani esemplari di tartarughe, 15 chili ciascuna, battezzate dai fratelli Lentini, Endy e Levante, che erano state individuate dai pescatori, una a San Leone di Agrigento e l’altra davanti l’isola di Linosa, portate al centro di recupero cattolicese, operate perché avevano inghiottito ami e lenza, curate e liberate dopo circa 5 mesi di degenza.

Tartarughe riserva naturale foce Platani 2 FOTO MINIO

Alle due tartarughe sono state attaccate delle targhette con indicazione del luogo di provenienza e data. Alla loro liberazione hanno assistito un buon centinaio di alunni che hanno partecipato alle gare sportive e gli operatori dell’Azienda delle Foreste Demaniali di Agrigento.