Agrigento: Giornata di protesta-proposta di studenti e docenti del Toscanini e di sindaci agrigentini che chiedono la statalizzazione del conservatorio

848

Studenti e docenti dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Toscanini” di Ribera, assieme ad una dozzina di sindaci agrigentini, hanno preso parte alla giornata nazionale di protesta-proposta “musicale”, con concerti simultanei, di tutti i conservatori d’Italia per chiedere la statalizzazione degli istituti pareggiati che per mancanza di finanziamenti rischiano di chiudere. La manifestazione si è svolta ieri, alle 11, nella Valle dei Templi, all’interno di un noto albergo, dove, gli studenti, con sullo sfondo il mitico Tempio della Concordia, hanno eseguito un concerto musicale per solisti, coro ed orchestra con musiche di Mozart, Beethoven, Puccini, Dyens e Piazzolla. Era presente il prefetto di Agrigento Nicola Diomede.

concerto Toscanini nella Valle dei Templi FOTO MINIO
I sindaci e gli amministratori comunali di Ribera, Burgio, Caltabellotta, Favara, Palma di Montechiaro, San Biagio Platani, Cianciana, Licata, Calamonaci, Villafranca Sicula e Realmonte, con tanto di fascia tricolore, in apertura, hanno intonato, tra la commozione generale, con il coro del conservatorio, l’inno nazionale “Fratelli d’Italia”. La direttrice del “Toscanini” prof.ssa Mariangela Longo e il presidente della consulta degli studenti Giuseppe Infantino hanno consegnato al prefetto Diomede la mozione della conferenza dei direttori dei conservatori statali e non statali, svoltasi nei giorni scorsi a Roma, per chiedere entro il 2016 la statalizzazione degli istituti di Ribera, Taranto e Livorno oggi ad un passo dalla chiusura. La direttrice Longo ha annunciato che il “Toscanini” di Ribera finanziariamente ha ancora vita per circa un mese e mezzo.

Concerto del Toscanini nella Valle dei templi 2 FOTO MINIO
Il prefetto Diomede, apprezzando la presenza dei sindaci e mostrando solidarietà verso studenti e docenti, ha recepito l’appello e ha annunciato che farà i dovuti passi presso il ministero e il governo per trovare una soluzione al fine di garantire la sopravvivenza di una istituzione musicale che da 17 anni attende l’attuazione della legge 508/1999. Nel concerto, all’interno del parco archeologico dove Villa Athena ha messo disinteressatamente a disposizione la location, si sono esibiti Giovanna Nuara, Paolo Alongi, Angelo Bartolotta, Myriam Russello, il coro e l’orchestra del “Toscanini”. Prossimo appuntamento nel foyer del teatro Pirandello ad Agrigento il 19 febbraio prossimo con la maratona musicale degli studenti dei conservatori musicali di Palermo, Trapani, Catania, Messina, Caltanissetta e Ribera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here