Ribera: sindaco Pace “Possiamo gestire in proprio la raccolta dei rifiuti”

801

“Se gli altri comuni dell’ex Sogeir non continueranno a pagare e se il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani si dovesse fermare, allora possiamo prendere in considerazione la gestione diretta della raccolta per evitare che la città diventi una pattumiera con evidenti rischi per la salute pubblica”. A parlare in questi termini è il sindaco di Ribera Carmelo Pace, di fronte alle comunicazioni fatte dal commissario dell’ente in liquidazione e riferite al fatto che la Sogeir ha in cassa appena mille euro e dietro la muta dei creditori dagli operatori ecologici, senza stipendio ormai da qualche mese, alle ditte esterne che assicurano il servizio le quali non sembrano intenzionate a fare più crediti.
“Di fronte a possibili rischi igienico-sanitari urgenti per la popolazione – afferma il primo cittadino riberese – con un’ordinanza sindacale limitata nel tempo, requisisco mezzi e personale, metto la benzina ai compattatori e assicuro la pulizia”.
La raccolta dei rifiuti si potrebbe bloccare anche da domani mattina sia per mancanza di personale che di mezzi in quanto non vi sono sbocchi economici. La situazione potrebbe diventare incandescente già martedì per l’assemblea dei soci dell’ex Sogeir quando i tre sindaci, Pace di Ribera, Di Paola di Sciacca e Segreto di Caltabellotta, potrebbero passare all’attacco degli altri 14 colleghi che hanno ancora dei forti debiti da saldare. Proprio Ribera, Sciacca e Caltabellotta sono i tre comuni che hanno i conti a posto. Hanno già pagato rispettivamente 3 milioni, 6 milioni e 350 mila euro.
“Siamo in condizione di potere gestire il servizio in house, come d’altronde è orientata a fare l’amministrazione comunale prossimamente – conferma ancora il sindaco ai microfoni di una emittente radiofonica locale, RTR – per cui se sarà necessario informeremo il prefetto di Agrigento delle nostre decisioni e, per evitare che la città possa essere sommersa dai rifiuti, raccoglieremo in proprio l’immondizia”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here