Agrigento : Assegnati 5 milioni di euro dal governo regionale per strade provinciali tra cui quelle di Ribera, Caltabellotta, Calamonaci e Bivona

1665

Boccata di ossigeno per il miglioramento della viabilità delle strade di competenza dell’ex provincia. La giunta regionale di governo che assegnato alle arterie agrigentine 5 milioni di euro che potranno essere utilizzati subito in quanto i progetti sono già esecutivi. Il Libero Consorzio di Agrigento il 25 novembre scorso aveva inviato all’assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità un lungo elenco di strade della provincia di Agrigento da riparare, secondo un ordine prioritario di precedenza per le arterie che da anni, colpite da frane, di cedimenti del manto stradale e allagamenti, sono chiuse al transito dei veicoli con ordinanze, vecchie anche del 2010.
L’elenco comprende ben 17 strade provinciali che non potranno certamente essere tutte riparate con i 5 milioni assegnati. La priorità è stata dettata dalla popolazione, dalla superficie e dalla lunghezza in chilometri delle aree su cui si dovrà intervenire. Questo l’ordine in ordine di precedenza e gli importi del progetto: 1) strada provinciale Cammarata-San Giovanni Gemini (870 mila euro), 2) Caltabellotta-Chiusa Sclafani SP 37 crollo ponte (750 mila), 3) Bivio Tamburello-Bivona SP 34 (910 mila), 4) Acquaviva-Casteltermini-San Biagio Platani SP 20 (960 mila), 5) Favara-SS 640 SP 30-80 (300 mila), 6) Montaperto- Giardina Gallotti SP 2 (400 mila), 7) Caltabellotta-Cottonaro-Lavagne SP NC 3 (un milione 540 mila), Ribera-Fiume Magazzolo SP NC 5 che collega SP 32 a SP 34 (due milioni), 9) Licata-Ravanusa SP 6 (due milioni), 10) San Giovanni Gemini-SS 189 (900 mila).
Nell’elenco seguono altre 8 arterie provinciali per le quali non saranno sufficienti i finanziamenti regionali oggi assegnati. A sollecitare i finanziamenti era stata l’on. Margherita La Rocca Ruvolo, mentre ieri l’on. Fontana ha presentato una interrogazione sulla chiusura della SP 76 Sciacca-Salinella che crea gravi disagi a migliaia di agricoltori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here