Ribera: Rischia il blocco la raccolta dei rifiuti perché la Sogeir non ha più soldi. Crediti per 2 milioni di euro di 14 comuni.

938

L’ex società della Sogeir, ormai da qualche anno a gestione commissariale e in liquidazione, non ha più soldi (sul suo conto vi sono appena mille euro) per cui a partire dai primi giorni della prossima settimana la raccolta dei rifiuti solidi urbani si potrebbe bloccare perché il personale è senza stipendio dallo scorso mese di dicembre e numerose ditte avanzano crediti non più indifferibili, a cominciare dal carburante utilizzato dai mezzi di trasporto e dal pagamento delle ditte esterne che forniscono i servizi. Il commissario Raitano ha annunciato ai sindaci dei 17 comuni che da lunedì tutto si potrebbe fermare.
Dal canto suo il responsabile della società annuncia che i crediti della Sogeir da esigere dai Comuni consorziati sono ben 2 milioni di euro, una somma di denaro che sarebbe sufficiente a far funzionare a pieno regime il servizio. Il commissario ha annunciato che soltanto tre comuni sono in regola con i pagamenti e cioè Ribera con 3 milioni di euro, Sciacca con 6 e Caltabellotta 350 mila.
Tutti gli altri 14 comuni hanno forti debiti che così si possono riassumere: Menfi 320 mila euro, Bivona 200 mila, Alessandria della Rocca 200 mila, Cianciana 160 mila, San Biagio Platani 220 mila, Lucca Sicula 130 mila, Santo Stefano Quisquina 170 mila, Calamonaci 36 mila, Burgio 33 mila, Santa Margherita Belice 73 mila, Villaranca Sicula 35 mila.
Se non arriveranno al più presto dei soldi nelle casse della società, l’ex Sogeir chiuderà subito, i lavoratori saranno ancora senza stipendio e potrebbe scoppiare seri rischi per l’igiene pubblica. L’appuntamento è a martedì prossimo per l’assemblea dei soci ossia dei sindaci dei 17 comuni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here