Ribera: Lunedì mattina al palazzo comunale vertice per l’agricoltura promosso dalla Cia

588

Al capezzale dell’agricoltura, per le notizie allarmanti dei giorni scorsi circa la chiusura della condotta agraria di Ribera e il mancato finanziamento dei consorzi di bonifica da parte della Regione Siciliana, lunedì mattina, nella sala dei sindaci del palazzo municipale di Ribera, alle 10,30, ci saranno tutti, dagli amministratori comunali alle organizzazioni professionali provinciali e regionali, dai parlamentari regionali e nazionali ai responsabili del consorzio Agrigento 3, dall’ufficio provinciale per l’agricoltura ai produttori agricoli non solo di Ribera, ma di una buona mezza dozzina di comuni del comprensorio. Un consiglio comunale è stato convocato per il 4 febbraio.

Incontro Palermo con assessore Cracolici 1
“Vogliamo capire se migliaia di aziende agricole devono chiudere le attività – afferma Giovanni Caruana, responsabile della Cia di Ribera – a causa del disimpegno totale della Regione Siciliana che fra tre anni azzererà totalmente i finanziamenti e caricherà le spese onerose per l’irrigazione addosso a decine di migliaia di agricoltori che non potranno sostenere i costi. Lunedì l’incontro vuole verificare lo stato delle strutture irrigue, di quanta acqua per l’irrigazione dispone il comprensorio riberese, se sia possibile aumentare tale disponibilità e se sia possibile avviare la manutenzione delle strutture irrigue e programmare la prossima campagna irrigua”.
La riunione, che era stata richiesta dalla Cia di zona di Ribera avrà anche lo scopo di capire le motivazioni che hanno portato il dipartimento regionale dell’assessorato all’Agricoltura ad avanzare la proposta di sopprimere la condotta agraria di Ribera, di smembrare il territorio assegnando i comuni e gli agricoltori alle sezioni di Sciacca e di Bivona, creando notevoli disagi logistici ed economici a circa 6-7 mila aziende agricole che si trovano collocate tra Ribera e Burgio, tra Calamonaci e Villafranca Sicula, tra Cattolica Eraclea e Lucca Sicula. Nei giorni scorsi, una delegazione di sindaci e di forze politiche dei comuni interessati ha incontrato a Palermo l’assessore regionale Cracolici che, dopo la consultazione del provvedimento al dipartimento regionale, dovrà dare le risposte adeguate a tutto il settore agricolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here