Ribera: Oggi i consiglieri comunali incontrano l’assessore Cracolici. Tutti attorno all’agricoltura, con riunioni, tavoli tecnici, consigli comunali e incontri vari

709

Nel giro di 48 ore, tutti, amministratori comunali, organizzazioni professionali e forze politiche, attorno al possibile infermo, che è l’agricoltura, per sconfiggere la malattia, rappresentata dalla legge che taglia i finanziamenti i consorzi di bonifica e dalla ipotesi di soppressione della condotta agraria di Ribera.
Partiamo dalle ultime novità. Oggi alle 15, a Palermo, alla Regione Siciliana il presidente del consiglio Tortorici, i capigruppo Montalbano, Inglese e Caico, saranno ricevuti dall’assessore all’Agricoltura Cracolici a cui chiederanno precise notizie circa i finanziamenti alle strutture consortili di bonifica e la vita della condotta agraria. Il sindaco Pace ieri ha diffuso una nota con la quale chiedeva un incontro urgente con l’assessore per scongiurare eventuali problemi di ordine pubblico. Due giorni fa il gruppo politico “Ribera” aveva chiesto la convocazione di un consiglio straordinario.

Cracolici-Antonello-535x300
Entrano il scena le organizzazioni professionali agricole. La Cia di Ribera, con Caruana e Frenda, ha organizzato per lunedì 25 gennaio, alle ore 10,30, nella sala dei sindaci, un incontro operativo con sindaci, parlamentari, consorzio di bonifica, consorzio di tutela dell’Arancia Dop per una verifica delle strutture irrigue, per conoscere la quantità dell’acqua immagazzinata nelle dighe, per la manutenzione delle canalizzazioni e sistemi irrigui e per programmare la campagna irrigua.
Anche a Burgio la Cia, con Andrea Puleo, ha avanzato la proposta di convocazione di consigli comunali aperti e straordinari in tutti i paesi del vasto comprensorio agricolo sia per affrontare il problema più urgente della chiusura dell’ufficio Uia e sia per la legge che taglia i contributi ai consorzi. Giacomo Cortese, per il CSA, propone l’ampliamento e la diversificazione delle attività dei consorzi con una nuova legge che assegni nuove competenze e mansioni alle strutture di bonifica gestione di invasi, strade interpoderali, pulizia alvei dei fiumi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here