Ribera: Arrivano le fotocamere mobili per colpire gli sporcaccioni

1486

Sono arrivate nei giorni scorsi e sono già entrate in funzione nella mattinata di ieri le due fotocamere mobili che avranno la funzione di ritrarre con immagini quanti a Ribera sono soliti sporcare il tessuto urbano e soprattutto le periferie dell’abitato dove scaricano periodicamente rifiuti ed oggetti di ogni genere, cancellando il decoro della cittadina e provocando rischi e pericoli per la salute pubblica.
Il comando della polizia municipale di Ribera le ha già fatte installare nei siti a rischio dove le fotocamere potranno scattare 4 mila fotogrammi al giorno. Una vera e propria pistola puntata sulla testa di quanti in questi anni impunemente hanno continuato a sporcare. Si tratta di un deterrente che non avrà solo la funzione della multa al cittadino incivile che considera la periferia riberese una discarica pubblica, ma costituirà una minaccia economica abbastanza pesante per quanti continuano ancora a sporcare.
L’apparecchiatura, che è costata alle casse comunali ben settemila euro, sarà autoalimentata con l’energia solare e sarà camuffata nei luoghi più disparati, dagli alberi ai pali dell’illuminazione, per fotografare gli sporcaccioni, siano essi a piedi che in auto. La peculiarità fondamentale delle fotocamere sarà quella del loro veloce e semplice spostamento da un quartiere ad un altro, da una periferia ad una strada di campagna, senza che siano facilmente riconoscibile.
Per il Comune di Ribera l’acquisto delle fotocamere rappresenta l’estrema ratio per individuare quei cittadini che hanno trasformato le periferie riberesi in una dozzina di discariche abusive.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO