Ribera: furti notturni alla scuola media “Crispi” e all’isola ecologica di “Scirinda”

948

Nonostante la presenza e i controlli quotidiani delle forze dell’ordine, dai carabinieri alla polizia municipale, spesso la città rimane in mano ai ladri e ai vandali. Nei giorni scorsi, sono stati presi di mira, più volte gli istituti scolastici, strutture pubbliche e anche qualche impresa privata. E’ di ieri mattina la scoperta che dei ladri, forse giovani, si sono introdotti all’interno dell’istituto comprensivo “Francesco Crispi”, nel plesso di corso Umberto I, di fronte al rifornimento di benzina, e sono penetrati anche dentro l’area dell’isola ecologica comunale di Cozzo di Mastro Giovanni.

scuola media Crispi furti FOTO MINIO
Alla scuola media “Crispi”, chiusa in questi giorni per le vacanze e per l’inizio dei lavori di ristrutturazione dei locali, i ladri sono entrati, forse attraverso una finestra, al primo piano dello stabile e si sono diretti nella sala della presidenza, scardinando la porta di sicurezza e rubando esclusivamente tre modernissimi computer portatili, custoditi all’interno di un armadio, di un certa valenza, didattica (lavagne Lim) ed economica perché acquistati con i fondi dell’Unione Europea. Un sopralluogo dei carabinieri della tenenza ha messo in moto le indagini per risalire agli autori di un furto, quasi su commissione. La stessa scuola, alla vigilia dello scorso Natale, era stata visitata dai ladri che, con il volto coperto da cappuccio e ripresi da una telecamera privata, sono entrati nell’aula della macchinetta di bibite e caffè per rubare i soldi della cassettiera.

scuola media Crispi furti 2 FOTO MINIO
Uno dei problemi è che l’amministrazione comunale ha fatto installare in città decine di telecamere e ha lasciato scoperto uno degli obiettivi sensibili come la scuola media “Crispi”, due-tre volte l’anno oggetto delle scorrerie di ladri e vandali che procurano danni economici ingenti. Durante la notte, tra domenica e lunedì, altra visita dei ladri all’interno dell’isola ecologica in contrada “Scririnda” dove sono stati presi di mira alcuni automezzi del servizio di nettezza urbana ai quali sono state rubate le batterie. E dire che nell’area estrema urbana pare ci dovrebbe essere il servizio di video sorveglianza a raggi infrarossi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here