Santo Stefano Quisquina: Rinunciano all’indennità di carica per comprare uno scuolabus e per interventi per i bambini disabili

19741

Hanno rinunciato totalmente alle loro indennità di carica per creare un fondo comunale per assicurare i servizi socio-assistenziali ai bambini disabili e hanno ridotto notevolmente l’importo delle loro indennità amministrativa per comprare un nuovo scuolabus da destinare agli alunni delle scuole dell’obbligo. Protagonisti della singolare e lodevole iniziativa sono stati gli amministratori comunali di Santo Stefano Quisquina, dal sindaco ai consiglieri comunali passando per la giunta municipale, i quali hanno creato dei capitoli comunali di spesa che sono stati già destinati alle finalità sociali.
In mancanza di una copertura finanziaria nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario del 2015 di un fondo da destinare al trasporto dei bambini diversamente abili che vengono accompagnati dai familiari per le cure socio-assistenziali in altri comuni, i consiglieri comunali hanno rinunciato ai loro gettoni di presenza che per il 2015 assommano a circa 3.000 euro e hanno destinato la somma di denaro per pagare i mezzi di trasporto del servizio comunale a favore di quelle famiglie bisognose che devono curare i lori cari. I 3.000 euro sono stati integrati dal fondo di riserva a disposizione del sindaco Francesco Cacciatore, circa 3.500 euro, per l’assistenza economica straordinaria a favore di quanti incontrano difficoltà economiche. Il capitolo oggi risulta integrato sino a 6.500 euro.

sindaco Cacciatore
Un’altra iniziativa degna di menzione è quella che riguarda l’acquisto di un scuola-bus che è venuto a costare circa 54 mila euro. “Due anni fa quando ci siamo insediati – ha detto il primo cittadino Cacciatore – il primo atto deliberativo formale è stato quello di ridurre le indennità di carica del sindaco, degli assessori e del presidente del consiglio comunale. Per il 2014 abbiamo raccolta la somma complessiva di 27 mila euro che, purtroppo, non è stata sufficiente per potere acquistare il pullmino di 28 posti a sedere per il trasporto urbano degli alunni delle scuole. Abbiamo ripetuto la decurtazione per il 2015 e abbiamo messo di lato altri 27 mila euro che sono stati stavolta sufficienti per acquistare il mezzo di trasporto”.
Nei giorni scorsi l’area tecnica comunale ha effettuato la gara di appalto per lo scuolabus che verrà consegnato nelle prossime settimane. Il nuovo pullmino, acquistato con le indennità del sindaco Cacciatore, del presidente del consiglio Enzo Greco Lucchina e degli assessori Ignazio Schillaci, Giovanna Ferraro, Pietro Reina e Guido Orlandini, sostituirà il mezzo di trasporto, vecchio di 30 anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here