Santo Stefano Quisquina: Approvato il bilancio di previsione 2015

865

Nell’adunanza del 29 dicembre 2015 il Consiglio Comunale di S. Stefano Quisquina, convocato dal Presidente Enzo Greco Lucchina, ha approvato il Bilancio di previsione 2015.
Confermato dai partecipanti il disappunto, già manifestato negli anni precedenti, sul ritardo nella predisposizione dello schema di bilancio da parte della Giunta Comunale, che ha costretto ancora una volta l’Amministrazione Comunale a operare in dodicesimi fino al 30 settembre 2015, data ultima per l’approvazione del bilancio da parte del Consiglio Comunale, e in gestione provvisoria fino agli ultimi giorni dell’anno in corso. Ciò ha impedito di fatto al Consiglio Comunale di svolgere la funzione di indirizzo politico sulla programmazione economica e finanziaria dell’Ente nonché di esercitare la funzione di controllo nei confronti dell’Esecutivo.
Palese in tal senso è stata la condivisione da parte di tutti i Consiglieri e del Sindaco della mozione presentata dal Presidente del Consiglio Comunale, con la quale si propone, dando specifico atto di indirizzo alla Giunta Comunale, di trasmettere al Consiglio stesso il Documento Unico di Programmazione relativo all’esercizio 2016 entro il mese di gennaio dello stesso anno e lo schema di bilancio preventivo nel termine utile affinché lo stesso possa essere sottoposto all’approvazione entro il primo trimestre del 2016. Detta mozione, come previsto dall’art. 55 del Regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale, sarà iscritta all’O.d.g. della prossima seduta consiliare.
Il Sindaco ha rappresentato che l’eccessivo ritardo nella presentazione dello schema di bilancio 2015 è stato causato dalla incertezza dell’entità dei trasferimenti regionali e nazionali protrattasi fino al mese di novembre dell’anno in corso. Da parte dei Consiglieri della maggioranza il ritardo è stato attribuito soprattutto alla lunga e travagliata attività di riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi imposto dalla nuova normativa sulla formulazione del bilancio armonizzato. Detta attività si è conclusa, peraltro, con l’accertamento di un disavanzo di circa 3.000.000,00 di Euro, maturato negli esercizi finanziari precedenti, che ha imposto l’obbligo di effettuare il ripiano dello stesso nei termini previsti dalla normativa vigente, dilatando ancor più i tempi di formulazione dello schema di bilancio.
Nella precedente seduta del 14 dicembre 2015 il Consiglio Comunale, con grande senso di responsabilità, ha infatti approvato all’unanimità il ripiano del disavanzo stesso nell’arco di 30 anni, massimo consentito dalla normativa, attraverso l’accantonamento di una quota annuale di circa 100.000,00 Euro, propedeutico alla predisposizione dello schema di Bilancio di previsione 2015. Nella stessa seduta è stato anche riapprovato, sempre all’unanimità, il piano finanziario di rimborso del debito maturato nel periodo 2006-2009 con la SOGEIR S.p.A., anch’esso propedeutico alla elaborazione del Bilancio di previsione 2015 in quanto comporta un esborso annuale di circa 100.000,00 Euro per un periodo di 10 anni.
L’accantonamento di dette somme, circa 200.000,00 Euro, come evidenziato dai Consiglieri di maggioranza e di minoranza, unitamente alla riduzione dei trasferimenti regionali e nazionali, ha determinato la elaborazione di un Bilancio di previsione estremamente contenuto.
Nell’adunanza del 14 dicembre 2015, oltre a detti provvedimenti di natura finanziaria, sono state anche approvate all’unanimità le modifiche al “Regolamento del baby sindaco e baby consiglio” e al “Regolamento per l’utilizzo di volontari per scopi di pubblica utilità” ed infine un provvedimento inerente l’acquisizione a titolo gratuito di aree necessarie alla realizzazione di viabilità pubblica in contrada S. Elia.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
Enzo Greco Lucchina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here