Ribera: Casa per gli anziani a pezzi, abbandonata e difficilmente recuperabile

1545

Doveva essere l’ancora di salvezza per tanti anziani, specie quelli che, senza familiari, vivono da soli e doveva rappresentare una valvola occupazionale per tanti giovani e professionisti senza lavoro. Invece, da oltre 30 anni, è un rudere, senza vita, depauperato dalle scorrerie dei vandali, un struttura sociale che grida come per decenni le istituzioni, a diversi livelli, hanno continuato a sperperare il denaro pubblico. Parliamo della casa degli anziani che si trova collocata in contrada “Piana”, alla periferia del centro abitato riberese, sulla strada provinciale per Seccagrande, di proprietà dell’allora Provincia Regionale di Agrigento, completata nei primi anni ’90, subito abbandonata, senza alcun custode, e per anni depredata di tutto.

casa anziani chiesetta FOTO MINIO
L’abbiamo visitata nella giornata di ieri, chiunque può scavalcare un muretto di 50 centimetri ed entrare, e l’abbiamo trovata desolante. Esiste soltanto la struttura, due complessi edilizi di tre piani che si fronteggiano, collegati dall’ingresso comune, a fianco del quale c’è pure una chiesetta. Ladri e vandali hanno rubato nei decenni scorsi di tutto. Hanno portato via infissi, porte interne ed esterne, finestre con le serrande, servizi igienici, impianto interno di illuminazione con l’asportazione dei fili e delle lampade, delle attrezzature per il riscaldamento e per l’aria climatizzata. Sono state frantumate tutte le vetrate dei locali, comprese quelle della chiesetta. Si salva soltanto l’impianto di illuminazione esterna. E’ stata rubata perfino la rete di recinzione di tutto il complesso.

casa anziani interno FOTO MINIO
La casa degli anziani di Ribera, che avrebbe potuto ospitare 120 persone, non solo locali, e che avrebbe potuto impiegare a tempo pieno oltre un centinaio di unità di personale vario, tra infermieri, medici, addetti alla pulizia, alla cucina, amministrativi e altre figure professionali, non è mai entrata in funzione. Pare che non sia stata nemmeno consegnata se è nata pure una diatriba in tribunale tra la ditta Icori che l’ha realizzata, con tre lotti funzionali, e la Provincia Regionale di Agrigento che l’avrebbe dovuto prendere in carico. Il giudice diede allora ragione all’impresa per cui l‘immobile è rimasto incustodito per anni alle mercè dei ladri che l’hanno depredata. Era costata circa 8 miliardi di vecchie lire.

casa anziani stabile FOTO MINIO
Il Comune di Ribera, negli anni scorsi, si era mostrato interessato al recupero dell’opera e la Provincia Regionale, con un partenariato con l’ente locale riberese, aveva presentato due progetti da finanziare con i fondi dell’Unione Europea. Un progetto presentato all’assessorato ai LL. PP. riguardava la ristrutturazione per circa 3 milioni di euro e un altro inviato all’assessorato alla Famiglia prevedeva l’acquisto dell’arredamento. Il primo non fu finanziato, ma il secondo ammesso a finanziamento per 700 mila euro. In molti a Ribera, dagli amministratori comunali ai cittadini, si chiedono oggi se la ristrutturazione della casa potrà passare attraverso i prossimi finanziamenti di Agenda 2014-2024.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here