Ribera: Docenti del conservatorio musicale Toscanini fanno lezione senza stipendio

633

Hanno deciso di insegnare senza richiedere lo stipendio che non c’è, per carenza assoluta finanziaria dell’istituto. Sono una buona dozzina di docenti di ruolo dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera che hanno fatto deliberare al consiglio accademico la loro disponibilità ad insegnare per alcuni mesi, sino a quando la situazione economica si normalizzerà con i finanziamenti della Regione Siciliana o con la statizzazione, agli oltre 200 studenti che frequentano attualmente il conservatorio musicale provinciale che ha sede in via Roma a Ribera.
Anche un’altra dozzina di docenti esterni, non di ruolo, con incarichi aggiuntivi, nominati di volta in volta per gli insegnamenti musicali e provenienti da diverse regioni della penisola, hanno informato la direttrice prof.ssa Mariangela Longo di essere disponibili a continuare con l’insegnamento per non far perdere l’anno accademico ai ragazzi che arrivano a Ribera da tutta la Sicilia.
Una vera e propria gara di solidarietà didattica che mette a nudo una situazione di emergenza assoluta perché i docenti hanno famiglia e viaggiano parecchio per arrivare nella città delle arance, con spese e anche disagi. Sono state create 10 classi, ingrossando il numero dei ragazzi, per salvaguardare e riproteggere gli studenti.
“L’istituto ha bisogno con urgenza – afferma la direttrice Mariangela Longo – della copertura finanziaria dello Stato e della Regione, come dalle promesse più volte fatte dalle istituzioni. Diversamente il conservatorio musicale può chiudere”.
Un appello in tal senso è stato fatto ieri dal sindaco di Ribera Carmelo Pace che chiede “di provvedere al più presto alla statizzazione dell’Istituto. A docenti e studenti rivolgo la mia piena solidarietà e collaborazione per qualunque iniziativa essi vogliano intraprendere a tutela e sostegno del Toscanini, vanto del nostro territorio, confidando anche nel sostegno condiviso degli altri colleghi sindaci”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here