Ribera: Non funziona la raccolta dei rifiuti e la differenziata. Denuncia del consigliere Montalbano

636

Che la raccolta dei rifiuti solidi urbani a Ribera funzionasse malamente, con parecchi disservizi e lamentele della popolazione, è un fatto che avviene ormai da tempo, ma che i consiglieri comunali della maggioranza ponessero una precisa interrogazione al sindaco Carmelo Pace e al presidente del civico consesso Giuseppe Tortorici è un’assoluta novità specie quando viene chiesto al primo cittadino riberese di aprire una vertenza con l’ex Sogeir, che si occupa in gestione commissariale tutt’oggi del servizio, per chiedere un risarcimento dei danni arrecati agli utenti infuriati e alla città.
Artefice di una tale richiesta è il consigliere comunale Francesco Montalbano, che fa parte della maggioranza, che sottolinea “come la responsabilità dei pesanti disservizi nella raccolta – si legge nella interrogazione – non può essere addebitata al Comune di Ribera. Le giustificazioni addotte dalla Sogeir, riguardano l’inefficienza dei mezzi, compattatori che a loro dire non vengono riparati a causa della mancanza di liquidità nella casse della società. La Sogeir difatti risulta creditrice nei confronti di alcuni comuni per importi considerevoli nell’ordine complessivo di decine di milioni di euro”.
Oggi a Ribera la situazione è quasi allarmante, al limite del rischio igienico. Tanto è vero che le periferie urbane non vengono più pulite dai rifiuti che spesso sono abbandonati dai cittadini stanchi di aspettare gli operatori ecologici. Il consigliere Montalbano denuncia che il servizio di raccolta non viene effettuato regolarmente, costringendo i cittadini a ritirare i sacchetti di plastica ricolmi di rifiuti, dopo che per l’intera giornata sono rimasti esposti alle intemperie e agli animali, ai balconi e davanti ai portoni di casa. Questi disservizi – continua ancora il consigliere – hanno portato i cittadini a disabituarsi dal differenziare i rifiuti, tant’è che la percentuale della differenziata è crollata in maniera pesante, con grave danno ai costi complessivi del servizio e con rischi per l’ambiente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here