Ribera: Riabilitazione per disabili minori, Caico: “è qualche deluso dal risultato elettorale a strumentalizzare politicamente l’obiettivo che la città ha raggiunto”

606

“Nessuno intende strumentalizzare politicamente il risultato della convenzione tra Asp di Agrigento e Fondazione Maugeri per la riabilitazione neuromotoria pediatrica”. Lo afferma il consigliere comunale Davide Caico che evidenzia come “c’è chi, indossando la veste dell’operatore sanitario, tende esso stesso a strumentalizzare per fini politici una conquista della nostra Ribera e delle 30 famiglie che tenacemente hanno lottato per evitare estenuanti viaggi extraurbani per consentire ai loro figli la terapia della riabilitazione neuromotoria”.
“Io- continua Caico- da ex assessore alle Politiche Sociali ho solo messo a disposizione delle famiglie l’impegno istituzionale per portare a soluzione una questione che ha creato grandi disagi alle famiglie. Non ho mai pensato a incanalare nel solco della speculazione una questione così delicata e meritevole dell’impegno delle Istituzioni. I documenti ufficiali, che si trovano in Comune, sono la testimonianza del lavoro e dell’impegno profusi ad esclusivo impegno della famiglie interessate alla questione della riabilitazione neuromotoria pediatrica. Un impegno sinergico riconosciuto dalle stesse famiglie e culminato con un incontro a Palermo con l’allora assessore alla Salute Lucia Borsellino che ha assunto prima e mantenuto dopo l’impegno di dare soluzione alla vicenda e di consentire la concretizzazione della convenzione”.
“Rimango allibito dall’astio che ancora oggi, a distanza dalle scorse elezioni amministrative, qualcuno nutre e alimenta. Un astio abbeverato dalla delusione di un risultato elettoraleche emerge in ogni occasione,e che indossa, a secondo dei casi, a volte il ruolo mancato di una leadership, a volte quella dell’operatore sanitario”.
“C’è- continua Caico- qualche deluso dall’esito elettorale che ha posto nella sua inseparabile agenda una lotta minuto per minuto contro fantasmi, e mentre da un lato invita a non strumentalizzare politicamente la conclusione di vicende positive come la stipula della convenzione tra Asp di Agrigento e Fondazione Maugeri dall’altro esso stesso esercita una strumentalizzazione. E proprio sulla salute, sulla nobile professione della medicina, qualcuno predica bene e razzola male, mortificando costantemente il sacro giuramento di Ippocrate”.
“Sarebbe meglio-conclude Caico- che qualcuno la smettesse di immaginarsi con l’aureola sulla testa. Farebbe meglio a essere più presente sul territorio anziché usare la dorata villa per conviviali con uomini potenti. A volte, ci si immedesima tanto nel ruolo di santo che si finisce col credere di esserlo. Ma basta fare un sereno esame di coscienza per scoprire che c’è qualche peccato da confessare”.

Davide Caico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here